Forlì: rubano carta di credito e prelevano contanti, arrestati due badanti romeni

Forlì: rubano carta di credito e prelevano contanti, arrestati due badanti romeni

Forlì: rubano carta di credito e prelevano contanti, arrestati due badanti romeni

FORLI' - Facevano da badanti ad un invalido settantenne. Per questo motivo erano ospitati dalla moglie nella loro villetta di Rocca delle Caminate, nella fascia pede-collinare forlivese. Senza alcun scrupolo, hanno approfittato della situazione per impossessarsi in diverse circostanze della carta di credito dell'anziana per effettuare prelievi indebiti. Una coppia di giovani fidanzati romeni sono stati arrestati dalla Polizia grazie alle intuizioni della stessa vittima.

 

Si tratta di Toma Milhai, 29 anni, e della compagna Florina Mirela Barsan, 24, che dovranno rispondere in concorso di furto aggravato e continuato e indebito utilizzo di carte di credito. La vicenda è stata illustrata sabato mattina alla stampa dal dirigente dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Forlì Felice Ronca, che ha sottolineato la tutela della Polizia alle fasce più deboli.

 

Gli arresti sono stati effettuati giovedì scorso. Tutto ha avuto inizio in seguito ad una richiesta d'intervento al 113 per una lite in corso in un'abitazione di Rocca Caminate tra una settantenne e due badanti romeni, sospettati numero uno dall'anziana stessa di prelievi indebiti dalla sua carta di credito.

 

La ‘nonnina' ha spiegato ai poliziotti che era stata costretta a bloccare la carta di credito dopo quattro prelievi anomali (due da 200 e altrettanti da 50 euro) effettuati nelle serate del 20 e 21 novembre scorso. Le sue attenzioni si sono concentrate sui due romeni (l'uomo era in prova per un mese, la donna era ospite) dopo aver trovato la carta di credito in una posizione differente all'interno del portafogli che custodiva nel portaoggetti della sua auto.

 

Per questo motivo ha poi deciso di portarselo in casa. L'8 dicembre scorso si è poi accorta che la tessera magnetica si trovava in una posizione differente. Due giorni più tardi, invece, la carta era sparita dal portafoglio, apparendo solo qualche ora più tardi. La settantenne ha così affrontato la coppia, che si è risentita delle accuse della padrona di casa, negando ogni responsabilità.

 

Dopo il racconto dell'anziana, gli agenti hanno avviato le indagini. Ad avvalorare le ipotesi della donna sono state le immagini delle telecamere di videosorveglianza della filiale della Banca di Forlì di San Martino in Strada, che hanno documentato il primo prelievo indebito di 200 euro effettuato dalla coppia alle 18 del 21 novembre.

 

A questo punto gli agenti avevano nelle mani le prove per incriminare i due fidanzati. Ma quando i poliziotti sono tornati nell'abitazione, l'uomo e la donna si erano allontanati in taxi. All'anziana avevano raccontato di aver trovato ospitalità da un conoscente a Meldola.

 

In realtà i due romeni erano intenzionati a fuggire in fretta, come confermato successivamente dal tassista. Entrambi sono stati fermati mentre si trovavano alla stazione ferroviaria. In possesso del 29enne gli agenti hanno trovato 840 euro in contanti, un collier in oro giallo ed un bracciale in acciaio. Per questo motivo dovrà rispondere anche di ricettazione.

 

Le indagini hanno consentito di appurare che gli oggetti e 700 euro erano stati rubati alcuni mesi fa dalla cognata della Barsan, anch'essa badante, in un'abitazione di un'anziana a San Leonardo. La donna, già identificata, sarà denunciata. In possesso dei fidanzati, inoltre, sono stati trovati anche cinque cellulari sui quali sono in corso accertamenti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tre non sono nuovi a simili episodi. La scorsa estate erano stati allontanati dall'abitazione di un venditore ambulante, che li aveva ospitati a titolo di impiego lavorativo, dopo essersi accorto della sparizione di 5mila euro. Ora la coppia rischia di trascorrere molti anni in gatta buia.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -