Forlì, rugby in festa: inaugurato il nuovo campo dell'Edera

Forlì, rugby in festa: inaugurato il nuovo campo dell'Edera

Il momento del taglio del nastro

FORLI' - Week-end di festa per il rugby forlivese. Nell'ambito della presentazione dei progetti di riqualificazione di viale della Libertà, infatti, sabato pomeriggio il nuovo impianto dell'Edera rugby. Al taglio del nastro del nuovo campo (che ha visto un investimento dei 100mila euro da parte del Comune per il rizollamento del terreno e la ristrutturazione delle tribune per un totale di circa 100 posti) erano presenti anche il sindaco Nadia Masini e l'assessore allo Sport, Giovanni Bucci.

 

> GALLERIA FOTOGRAFICA

 

I lavori che per due anni hanno interessato il principale stadio rugbystico cittadino hanno portato alla totale rizollatura del manto erboso, che finalmente si può definire tale, ed alla ristrutturazione e messa a norma della tribuna, omologata per 100 spettatori seduti. Se a questo si aggiunge la costruzione di un secondo campo nell'area del Buscherini e la ristrutturazione totale della zona spogliatoi e clubhouse avvenuta 4 anni fa, ecco che si capisce il perchè dell'euforia che sta regnando in casa biancorossa per quello che riguarda l'aspetto logistico.

 

Il neo presidente Gianluca Mordenti commenta così: "La strada intrapresa è quella giusta. Gli enormi sforzi fatti da tutti per far crescere la nostra famiglia e portarla ad oltre 200 tesserati ci ha consentito di pianificare con chi di dovere tutto l'aspetto logistico. Oggi finalmente possiamo dire che il lavoro fatto ha pagato e che la passione e la volontà spesso arrivano dove non arrivano i soldi".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non mi stancherò mai di ringraziare gli artefici di tutto questo - prosegue -: da Miserocchi a Zuccherelli che negli anni con il loro impegno, la loro competenza e la loro passione hanno portato avanti un ottimo lavoro di propaganda che ci ha fatto crescere, a Balzani e Lelli che per due anni hanno tessuto una serie di rapporti istituzionali che alla fine si sono rivelati vincenti e determinanti per lo sblocco della situazione, dal mio predecessore, Rotondo, che come Presidente del club ha sempre saputo gestire in maniera ottimale le relazioni esterne, ai giocatori tutti che con la loro determinazione hanno fatto capire quanto sia importante per il Rugby Forlì avere degli spazi adeguati".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -