Forlì, rugby. Insidiosa trasferta per gli Aquilotti a Jesi

Forlì, rugby. Insidiosa trasferta per gli Aquilotti a Jesi

FORLI' - Insidiosissima trasferta per gli Aquilotti Biancorossi che scenderanno in quel di Jesi privi di ben 5 elementi fondamentali, ovvero lo squalificato D'Agostino e gli infortunati Ruffilli, Roffilli, Magnani e Berti. Grazie anche ai rientri di Marzocchi Filippo, Mercuriali Andrea e Savini Tito Coach Balzani ha puntato su un interessante mix di giocatori dando spazio a ben 10 Under 21, con cinque '92, un '91 e quattro '89. Ritmo e freschezza fisica saranno dunque il leit-motive biancorosso in quel di Jesi, campo ostico per natura e squadra ben organzzata che riesce a mettere in difficoltà anche le migliori del girone. La cabina di regia è affidata al duo Di Criscio-Balzani, mentre la terza linea sarà molto dinamica con Temeroli (numero 8), Savini e Biondo. In prima linea ritrova la maglia da titolare il pilone Rossi con Zaccariello che si sposta a tallonatore mentre i giovanissimi Falcini e Di Bello, classe '92 e '91, occuperanno gli spot di seconda linea e primo centro. Ritrovano una maglia, ma a disposizione, e pronti per dare il loro contributo dalla panchina, il vecchio leone Turci, rientrante dopo i problemi di "esperienza" alla schiena, Mecuriali, Marzocchi Filippo e Mondardini. "Ho scelto una squadra veloce e dinamica, puntando su una linea verde che magari mancherà di esperienza però sarà sicuramente fresca e con quel tocco di imprevedibilità che potrebbe tornarci utile" commenta il tecnico forlivese."In questo periodo fra espulsioni molto naif, infortuni e problemi lavorativi pare che la sfortuna ci abbia un pochino preso di mira, ma noi continuiamo per la nostra strada. Jesi è da sempre un campo ostico, ma noi andiamo là per fare punti pesanti" conclude ottimista il Coach. Calcio d'inizio alle ore 14.30 al campo Latini di Jesi.

 

A Bologna, sponda Unione Rugby Bolognese, i Giovani Aquilotti del trio Morani-Bonoli-Zuccherelli cercheranno di bissare il successo ottenuto prima della sosta con Imola. Nel girone dove la lotta per il primo posto è circoscritta a Firenze e Cesena, tutte le altre partite sono imprevedibili ed equilibrate, e si prestano a qualsiasi risultato. Importante rientro fra i forlivesi di Riccardo Rinaldi, dopo un lungo stop, e squadra in costante crescita grazie ad un bel lavoro fatto dallo staff tecnico. "Stiamo cercando di aumentare il ritmo partita dei ragazzi" dice Morani "anche a discapito della perfezione dei gesti tecnici. Per il momento vogliamo aumentare il volume di gioco, sempre con un occhio alla qualità, in modo da poter mettere in difficoltà gli avversari ed in modo da poter dare ai nostri ragazzi tanti minuti a disposizione nelle gambe". Calcio d'inizio al Campo Barca di Bologna alle ore 11.00.

 

Nel concentramento in scena all'Inferno Monti i ragazzi forlivesi affronteranno i coetanei di Cesena e Rimini. Per i Piccoli Aquilotti è un rpimo appuntamento di verifica in quanto andranno ad incontrare squadre con le quali si è già giocato, di conseguenza si potranno verificare i miglioramenti individuali e di gruppo. La squadra seguita da Rinaldi-Rani-Balzani potrà contare su 18 elementi ed anche in questo concentramento ci sarà l'esordiente di turno: Alessandro Ravagli della Scuola di Rugby di Castrocaro. La squadra ha una solida ossatura attorno alla quale lo staff ha costruito una buona organizzazione di gioco, mentre sul piano psico-attitudinale c'è da lavorare ancora un po'. Non saranno della contesa l'infortunato Marchi e l'indisponibile Panzavolta.

 

Riparte il campionato di Rugby a XV femminile dopo la tappa di Coppa Italia disputata a Forlì domenica scorsa. Le Aquilotte BiancoRossoRosa si aggregheranno alle compagne di Pesaro ed alle altre ragazze romagnole per l'importante trasferta di Padova. Dietro le corazzate Treviso, Riviera e Monza il quarto posto se lo contendono appunto Valsugana e Mustang per cui questa è la partita che le nostre ragazze devono vincere. Sono state convocate per questa trasferta Colangeli, Dragoni e Rossi, mentre Sedioli non ha dato la propria disponibilità. Con De Nicola che sarà fuori per un po' per un infortunio alla spalla la pattuglia forlivese si è un po' assotigliata ma darà sicuramente il proprio apporto alla causa. "Purtroppo ci andiamo a giocare quella che ad inizio stagione era stata segnata come LA PARTITA in formazione non proprio ottimale e con alcune giocatrici molto giovani" dice l'allenatore forlivese Guidi, "ma sul valore delle ragazze che saliranno a Padova non si discute: le ragazze ci sono e sono determinate a tornare con la vittoria in tasca. In settimana hanno avuto la fortuna di ricevere la visita dell'allenatore della Nazionale Femminile per cui il morale e l'entuisiasmo è alto" conclude Guidi, il quale coglie l'occasione per sottolineare il buon lavoro di reclutamento fatto dal club: "La società sta facendo un gran lavoro di propaganda grazie al tecnico Zuccherelli ed all'assistente Rosina e questo lavoro sta dando i suoi risultati anche in ambito femminile. Sono venute al campo a Forlì e nelle altre Scuole di Rugby di Predappio e Castrocaro molte ragazzine a provare, di diverse età, ovvero nate dal 2000 al 1996. Stiamo cercando di avviarle al nostro sport trasmettendo a loro le nostre conoscenze e la nostra passione e siamo fiduciosi sul fatto che rimangano a giocare con noi. Per questo ci stiamo organizzando per prepararle e farle allenare sempre assieme al fine di disputare qualche amichevole o di inserirle in qualche concentramento regionale" dice raggiante Guidi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -