Forlì, saccheggiavano di giorno nelle abitazioni. Ladri acrobati alla sbarra

Forlì, saccheggiavano di giorno nelle abitazioni. Ladri acrobati alla sbarra

Forlì, saccheggiavano di giorno nelle abitazioni. Ladri acrobati alla sbarra

FORLI' - La "banda dell'aperitivo" è finalmente in carcere. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Forlì, coordinati dal tenente Cristiano Marella, hanno assicurato alla giustizia i responsabili di una serie di furti in abitazioni commessi nell'ultimo periodo tra le 16 e le 20. Si tratta di tre giovani albanesi: Klaudio e Leonard Ejilli, rispettivamente di 19 e 21 anni, e Besmir Prela, di 23. Recuperata anche refurtiva per un valore di 60mila euro.

 

>LE IMMAGINI DELLA REFURTIVA

 

A dar il là alle indagini è stata la segnalazione di un cittadino residente a Carpena nei pressi di via Monda che aveva notato un individuo nel giardino aggirarsi con fare sospetto. L'uomo l'ha visto perfettamente in faccia, permettendo agli inquirenti di tracciare un identikit. Quel volto è stato poi visto a bordo di una "Bmw" station wagon di colore grigio insieme ad altri due giovani. Da quel momento il terzetto è stato monitorato a vista.

 

Martedì sera i tre sono stati ‘beccati' in viale Risorgimento, nei pressi del parco della Resistenza. Da lì a poco è arrivata al 112 una segnalazione di un tentato furto in un'abitazione: era stata messa sotto sopra, ma non era stato portato via nulla. Tuttavia i ladri avevano commesso un clamoroso errore. Avevano lasciato l'impronta di una scarpa da ginnastica sul divano. I militari si sono subito attivati nelle ricerche in zona, sorprendendo i tre uscire da un bar.

 

Il terzetto ha tentato la fuga a piedi, venendo però bloccato poco dopo. Nelle maniche del giubbotto sono spuntati dei cacciaviti, mentre delle tasche gioielli ed orologi. Quasi contemporaneamente il centralino del ‘112' aveva ricevuto diverse segnalazioni di furto. Uno di questi era stato commesso in via Pompeo Tumidei, circa venti minuti prima del tentato furto in viale Risorgimento. La vittima ha subito riconosciuto i gioielli di famiglia che le erano stati sottratti.

 

I Carabinieri hanno poi perquisito l'abitazione dove uno di tre si appoggiava, in zona Ronco nei pressi dell'aeroporto. La casa era stata presa in affitto senza un regolare contratto di locazione da un cittadino forlivese, estraneo alla vicenda. E qui è stato trovato il tesoro: una Tv di nuova generazione, una ‘Play Station 3' con quattro joystick, telefonini, sim card, gioielli, orologi e contanti per un valore stimato in circa 60mila euro.

 

Parte della refurtiva era stata nascosta in una cassaforte a muro. Già c'è stato un riconoscimento da parte di cittadini, ma i militari sono ancora al lavoro per risalire alla provenienza. Presumibilmente si tratta di oggetti rubati nelle abitazioni del centro città, nella zona del quartiere Quattro e a Carpena. Il capitano Fabrizio Fratoni ha invitato i legittimi proprietari a presentarsi con tanto di denuncia al comando di Corso Mazzini per il riconoscimento.

 

I tre si trovano ora in carcere a disposizione del pubblico ministero Fabio Di Vizio con l'accusa di furto aggravato e tentato furto in concorso. Durante l'interrogatorio hanno confessato di agire tra il tardo pomeriggio e la prima serata. Per entrare nell'abitazioni si arrampicavano attraverso le grondaie ed i tubi del gas, forzando poi le finestre con dei cacciaviti. In una circostanza avevano tentato anche un furto in una villetta al Quattro, smantellando la cassetta del sistema d'allarme.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tale è stata poi trovata insieme alla refurtiva e gli arnesi del mestiere nel covo. "Anche al minimo sospetto non bisogna esitare a contattare il 112 - ha affermato il capitano Fratoni -. Anche se si tratta di un falso allarme. Il cittadino non deve avere timore di collaborare. Perché in questo modo è possibile anche evitare che i ladri colpiscano dal vicino. Il nostro compito è quello di garantire la sicurezza dei forlivesi. E questi arresti sono la prova concreta dello sforzo dell'Arma".


Forlì, saccheggiavano di giorno nelle abitazioni. Ladri acrobati alla sbarra

Commenti (10)

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    @pirpa Invece i tuoi di neuroni devono essere malati e in fase terminale. Se non sai leggere o non hai il tempo di farlo, dovresti tacere onde evitare figure di mmm. Rileggiti l'articolo e rileggiti l'interventio di Claudia (il primo). E' ovvio che la mia era una provocazione, sicuramebnte anche forte e che và al dilà del pregevole lavoro della benemerita. Ma queste cose non le capisci, vero? Quelli al governo i miei amichetti? Altra considerazione che fà di te un soggetto non-pensante e schiavo dei cattocomunisti appunto...

  • Avatar anonimo di minotauro
    minotauro

    caro GIM, non è la verità che da fastidio, ma è il fare di tutta un'erba un fascio che da fastidio, ma sopratutto la mancanza di educazione da parte di qualcuno.......

  • Avatar anonimo di giulianopedulli
    giulianopedulli

    I Carabinieri forlivesi sono diretti da ufficiali e personale tutto capaci e impegnati, che hanno un forte rapporto con le altre istituzioni e il territorio. La loro azione sarà ancora più efficae se, come evidenziato in alcuni commenti che condivido, si intensificherà la collaborazione dei cittadini e non si starà a guardare di fronte a qualsivoglia tipo di sopruso. La situazione allarma molti e, in effetti, fa un pò effetto vedere alle 23,30 di ieri sera, come ho visto personalmente, transitando da Via Ravegnana, un elicottero, che presumo fosse delle forze dell'ordine, sorvolare il centro di Forlì e l'mmediata periferia, con un faro potentissimo puntato sulle case e le strade sottostanti.

  • Avatar anonimo di Piirpa
    Piirpa

    Dovete capirlo....orse i 2 neuroni di Gim si sono casualmente incontrati nel vuoto siderale della sua scatola cranica ed hanno partorito l'idea che i proprietari che affittano in nero sono tutti cattocomunisti ipocriti!!! Cosa che c'entra ben poco con la notizia e con l'enorme lavoro che fanno le forze dell'ordine grazie alla loro dedizione!!!! Del resto se polizia e carabinieri riescono in queste operazioni non lo dobbiamo certo agli amichetti di Gim al governo che hanno tagliato miliardi alle forze di sicurezza!! Sono uno tra quelli che ha subito furti in questo periodo e ringrazio pubblicamente le forze dell'ordine per i loro sforzi!!! Tenete duro!!!

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    Cos'è minotauro, la verità da fastidio?? E' forse segreto di stato che la maggior parte degli appartamenti affitati in centro a extracomunitari non risultano nelle dichiarazioni dei redditi? (come del resto accade a bologna nei confronti degli studenti) E non è forse vero che le chiese forlivesi la domenica mattina sono iperaffollate??? Quanto fà 1 + 1?

  • Avatar anonimo di minotauro
    minotauro

    complimenti vivissimi ai carabinieri!! veramente grandi! vorrei far notare a GIM, se si è reso conto della stupidità scritta,a mio avviso poco simpatica, e molto offensiva!

  • Avatar anonimo di JOSE MARTI
    JOSE MARTI

    Ora mi auguro che anche i giudici facciano il proprio dovere applicando il massimo della pena,anche perche' di gente inutile come loro ce n'e' gia troppa a spasso per la citta'. Un grazie all'arma dei Carabinieri.

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    @claudia MAGARI!!!!! Ci libereremmo almeno per un pò del 70/80 per cento dei cattocomunisti ip...ti forlivesi!!!!

  • Avatar anonimo di Emanuela_
    Emanuela_

    Anche al minimo sospetto contattare il 112 o il 113. Mai avere paura di collaborare ! Complimenti ai Carabinieri.

  • Avatar anonimo di claudia
    claudia

    Io manderei il proprietario dell'appartamento affittato in nero a fargli compagnia in carcere. Comunque complimenti ai carabinieri.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -