Forlì, salvataggio aeroporto. La Lega: "Noi unica forza ad averci creduto"

Forlì, salvataggio aeroporto. La Lega: "Noi unica forza ad averci creduto"

FORLI' - "Non è nostra abitudine auto elogiarci, ma il risultato ottenuto per l'aeroporto, per la intera comunità forlivese attraverso la concessione trentennale giustifica ampiamente la grande soddisfazione che qui vogliamo esprimere", così il capogruppo della lega nord Francesco Aprigliano all'indomani della concessione trentennale a Seaf per la gestione dell'aeroporto. "Un risultato, ricorda Aprigliano, che ha avuto sin dall'inizio, sin da quando gruppi della maggioranza e dell'opposizione, invece che discutere, impegnarsi trovare soluzioni, si lasciavano andare, fino all'ultimo dibattito, in distinguo puerili per imboccare le comode vie di fuga una volta della astensione e un'altra dell'abbandono dell'aula".

 

E ancora: "L'ultimo consiglio comunale ci infatti visto, dalle file dell'opposizione, l'unica forza politica che si è battuta come leoni per il sostegno dell'aeroporto. Una forza politica che non ha lesinato stoccate e richiami di ogni genere ai suoi alleati per fargli comprendere la necessità del voto favorevole. Ci lasciano pertanto esterrefatti, segno che alla faccia tosta non c'è limite, le dichiarazioni di esultanza di alcune forze di maggioranza ma soprattutto di Rondoni che vogliamo ricordare e ribadire, è scappato dall'aula con la coda tra le gambe e senza ritegno e vergogna insieme ai suoi amici del gruppo Pdl e Udc pur di non assumersi la responsabilità di ripianare,

attraverso il voto in consiglio, i debiti della Seaf che, peraltro, erano stati ampiamente deliberati già all'inizio dell'anno", dice Aprigliano.

 

"La paura di poter essere chiamati a versare circa 20.000 euro è solo stata una scusa che ha fatto inevitabilmente emergere la chiara volontà sua, del suo gruppo e dell'udc che dice ancora di coordinare prendendo ulteriormente per i fondelli gli elettori e tutta la comunità forlivese, di affossare definitivamente l'aeroporto. Di mettere immediatamente i sigilli per impossibilità di pagare gli stipendi ai tanti lavoratori dello scalo forlivese, per motivi che qualunque essi siano sono per la Lega francamente risibili", dice Aprigliano.

 

"E' tempo, questo, di dare a cesare ciò che è di cesare ed allora - continua Aprigliano, bisogna prendere onestamente coscienza ed ammettere in modo altrettanto corretto dal punto di vista politico, che senza l'impegno, il lavoro, la dedizione continua e instancabile dell'Onorevole Gianluca Pini, parlamentare leghista del territorio forlivese e romagnolo, non saremmo andati  da nessuna parte. Ed oggi, invece di esultare avremmo scritto la pagina più nera della storia economica forlivese".

 

"E' tempo - continua Aprigliano - che si faccia in fretta per pubblicare il bando per la privatizzazione. Così come è tempo che si tirino fuori le carte necessarie per accelerare tutto l'iter che permetterà, finalmente, di privatizzare l'aeroporto. Così come, è tempo di chiarezza per il dovuto controllo sui conti in rosso, per noi troppo in rosso della seaf per la quale ribadiamo la nostra proposta circa la necessità di istituire, nel più breve tempo possibile, una commissione di inchiesta per stabilire come, quando e perchè si è perso così tanti soldi, come quando e perchè anche quest'anno, per fortuna l'ultimo, si sono persi oltre 7 milioni, quattrodici miliardi delle vecchie lire di cui i forlivesi, avendone pagato gran parte di tasca propria, hanno tutto il diritto di sapere se la gestione, fino all'ultimo biglietto sia stata coerente, trasparente ed in linea con gli indirizzi ed il piano di sviluppo".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di P.Kc.
    P.Kc.

    Se le cose stanno così i futuri sucessi saranno merito della Lega, ma se il Comune dovrà continuare a tirare fuori un sacco di soldi sarà colpa della Lega.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -