Forlì, sanità. Alessandrini e Casadei (Pd): "Area vasta a rotazione"

Forlì, sanità. Alessandrini e Casadei (Pd): "Area vasta a rotazione"

Forlì, sanità. Alessandrini e Casadei (Pd): "Area vasta a rotazione"

FORLI' - Nell'Area Vasta romagnola che coordina l'attività sanitaria sul territorio "potrebbe essere utile una rotazione, almeno nella fase in cui dovrà essere portata a regime questa scelta strategica". Lo dichiarano Tiziano Alessandrini e Thomas Casadei, consiglieri regionali del Partito democratico forlivese. I due esponenti del Pd sottolineano poi che è opportuno ribadire che "non ci sono Ausl né Direttori Generali di serie A o di serie B".

 

I due consiglieri ammettono che "l'ipotesi di veder partire Petropulacos verso altri lidi esisteva". Tuttavia, precisano, "mentre c'è chi lavora dietro le quinte cercando di costruire e cucire rapporti, magari smussando qualche angolo, c'è invece chi fa solo chiacchiere, dando per scontato fatti non esistenti e addirittura inventando di sana pianta scenari presenti solo nella sua fantasia, lanciando perfino il nome del successore di Licia Petropulacos".

 

"Non siamo certamente secondi a Bartolini nel difendere la nostra sanità e il Direttore Generale, le eccellenze dell'Ausl locale e il suo patrimonio di professionisti, collaboratori ed addetti - evidenziano ancora i due democratici -. E non siamo secondi neppure a chi ritiene che l'Area Vasta sia una prospettiva necessaria per spendere meno e meglio, un'opportunità concreta per qualificare le prestazioni ed i servizi erogati ai cittadini".

 

"L'Area Vasta, ne siamo convinti, deve fondare il proprio successo sulla piena, convinta e volontaria adesione di tutte le strutture che ne fanno parte, ciascuna con pari dignità - sottolineano Casadei e Alessandrini -. In questo ambito la Regione deve svolgere un fondamentale ruolo di garante, divenendo punto di riferimento unitario per compiere un percorso corretto in grado di portarci verso quegli obiettivi che stanno alla base del progetto di Area Vasta":

 

"A noi consiglieri regionali, affiancati alle istituzioni del territorio, sostenuti con forza dal Partito Democratico ricordano Casadei e Alessandrini -, spetta il compito di perseguire un'azione di stimolo e sorveglianza a garanzia del corretto svolgimento di questo processo. Un ruolo che niente ha a che vedere con le deleterie smanie di protagonismo e con il pressapochismo dimostrato dal consigliere Bartolini nel raccogliere informazioni su un fatto così delicato e importante per la comunità forlivese".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -