Forlì, sanità: attivo il Nucleo di Cure Primarie in viale Bologna

Forlì, sanità: attivo il Nucleo di Cure Primarie in viale Bologna

Forlì, sanità: attivo il Nucleo di Cure Primarie in viale Bologna

FORLI' - Martedì 6 aprile è in programma l'apertura del Nucleo di Cure Primarie Forlì 1, in viale Bologna 69 A. La sede è accessibile per i pazienti di tutti i medici del nucleo ogni mattina e pomeriggio, da lunedì a venerdì, sabato e prefestivi esclusi. Il numero di telefono è 0543 701138.  Alcuni dei professionisti coinvolti svolgono la propria attività esclusivamente presso questa sede  tutti gli altri continuano a esercitarla nei rispettivi ambulatori, in più, a turno, sono presenti nel nuovo nucleo.

 

Il Nucleo di Cure Primarie Forlì 1, coordinato dalla dott.ssa Silvana Guerra, è composto dai numerosi medici seguenti medici:

Dott. Claudio Bartolini

Dott.ssa Brunella Biguzzi

Dott.ssa Cristina Ceccato

Dott. Raffaele Di Palo

Dott.ssa Paola Fabbri

Dott.ssa Fiammetta Gramellini

Dott.ssa Annarita Lega

Dott. Alberto Mezzolani

Dott. Maurizio Mezzolani

Dott. Paolo Montevecchi

Dott.ssa Danila Rosetti

Dott. Paolo Salvagiani

Dott. Massimo Sbrana

Dott.ssa Paola Senatore

Dott.ssa Anna Paola Spadazzi

Dott. Nicolò Spagnolo

Dott. Fulvio Tedino

Dott.ssa Carmen Zanelli

 

Alcuni dei professionisti coinvolti svolgono la propria attività esclusivamente presso questa sede (Dr.ssa Biguzzi, Dr.ssa Senatore, Dr.ssa Fabbri), tutti gli altri continuano a esercitarla nei rispettivi ambulatori, in più, a turno, sono presenti nel nuovo nucleo. I cittadini, quindi, usufruiscono di un servizio aggiuntivo. Oltre al tradizionale rapporto col medico di fiducia, che non subirà alcun cambiamento, il paziente che necessiti di prestazioni ambulatoriali urgenti negli orari non coperti dal proprio medico ha la possibilità di rivolgersi ai colleghi operanti nella sede di nucleo.

 

Per prestazioni ambulatoriali urgenti s'intendono, ad esempio, l'insorgere di coliche improvvise, di eruzioni cutanee, di dolori auricolari, di dolori e sintomi vari emersi o aggravatisi repentinamente ma tali da non richiedere l'ingresso al Pronto Soccorso, o alla richiesta di esami urgenti necessari a seguito di dimissioni ospedaliere e/o consulenze specialistiche. Per quanto riguarda invece la richiesta di visite domiciliari, di certificazioni non urgenti, di consulenze o pareri per malattie e/o sintomi cronici, i pazienti dovranno rivolgersi direttamente proprio medico di fiducia nelle giornate, orari e sedi consuete.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -