Forlì, sanità, il Pd: "Non ci saranno tagli ai servizi e alle eccellenze"

Forlì, sanità, il Pd: "Non ci saranno tagli ai servizi e alle eccellenze"

Forlì, sanità, il Pd: "Non ci saranno tagli ai servizi e alle eccellenze"

FORLI' - Anche il Pd prende posizione sul tema del maxi-deficit da 55 milioni di euro all'Ausl di Forli'. In particolare, il nuovo segretario territoriale del Pd Marco Di Maio chiede che "si accendano i riflettori anche sulla realta' dei fatti". Nessun timore di taglio dei servizi, rassicura. Ricorda l'esponente del Pd: "Non va dimenticato che a far emergere questa situazione non e' stato un colpo di magia, bensi' il puntuale sistema di controllo e verifica della Regione".

 

Ricorda Di Maio: "tanto che la giunta ha deciso di non approvare il bilancio consuntivo 2008 dell'azienda ed e' stato lo stesso ente a non rinnovare l'incarico all'ex direttore generale Claudio Mazzoni". Ed ancora: "Sono stati gli amministratori locali, assieme alla Regione e alla conferenza socio-sanitaria locale, ai sindaci, al Comune di Forli' e alla nuova direzione dell'Ausl, a rendere nota all'opinione pubblica l'esatta entita' dei fatti, e sono stati gli stessi amministratori, con grande senso di responsabilita' e trasparenza, a richiedere alla Regione l'istituzione di un'apposita commissione per l'analisi dei bilanci e l'esatta quantificazione del deficit: un atto di grande trasparenza, scontato dalle nostre parti, ma sicuramente meno scontato in altri territori d'Italia".

 

Quindi, una rassicurazione: "Il Partito democratico forlivese non restera' a guardare, ma fara' ogni sforzo utile non solo per essere al fianco delle istituzioni e della direzione dell'Ausl nel percorso di ripianamento del deficit, ma offrira' le proprie proposte anche per l'elaborazione di un piano che non percorra la strada dei tagli alla qualita' dei servizi , che sono un vanto per il nostro territorio".

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Manù
    Manù

    @corso.rossi Mi diresti chi sarebbe la vittima di questa faccenda? No perchè sai le cose dette a metà lasciano il tempo che trovano, credo che l'amministrazione abbia affrontato la situazione senza nascondersi dietro ad un dito, servirà il tempo necessario per rilevare le responsabilità, di certo c'è il fatto che NESSUNO si è appropriato indebitamente dei soldi che mancano, e il livello della nostra sanità non ha subito ribassi, quindi prima di fare discorsi a metà, aspetta con serenità come tutti noi gli esiti delle verifiche in corso...poi speriamo che, se colpevole ci sarà, la nuova legge sul processo breve, non impedisca la giusta punizione per gli atti commessi!

  • Avatar anonimo di corso.rossi
    corso.rossi

    Di Maio è giovane e gli sfugge che tutti quelli che cita hanno recitato un copione noto,con una buona regia ed una ottima messa in scena.E' stato un delitto perfetto sulla sanità forlivese.Tanto perfetto che non si trova il colpevole ! Purtroppo c è,eccome,la vittima!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -