Forlì, sanità. Nuovo allarme di Bartolini: "L'Irst azzera l'oncologia forlivese"

Forlì, sanità. Nuovo allarme di Bartolini: "L'Irst azzera l'oncologia forlivese"

L'Irst di Meldola

L'allarme lo lancia Luca Bartolini consigliere regionale del Pdl: "Continua lo smantellamento dell'ospedale Morgagni-Pierantoni" di Forlì". Per il consigliere regionale "dopo il trasferimento non smentito della Pet all'Irst di Meldola, anche tutto il personale del Reparto di Medicina Nucleare dell'Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì starebbe per trasferirsi nella struttura meldolese su ordine di Bologna".

 

Per questo Bartolini ha presentato un'interrogazione al presidente dell' assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna per chiedere conto di quella che ritiene sia "una gravissima decisione e l'ennesima prova di quanto sia stata penalizzata l'Ausl di Forlì rispetto alle altre romagnole".

 

Nell'interrogazione dell'esponente del Pdl si mette in evidenza come sia stata realizzata all'Irst di Meldola, "una Srl mista pubblica e privata, che dovrebbe rappresentare l'unica struttura di eccellenza nel campo della ricerca e della cura del cancro per l'intera Area Vasta Romagna, ma in che in realtà i sacrifici per garantire la realizzazione di questo obiettivo non sono divisi in parti uguali con le altre Ausl gravando esclusivamente sulle spalle dei forlivesi".

 

Bartolini, infatti, ancora una volta grida a gran voce che "tutti devono contribuire in uguale misura all'apporto di professionalità e che questo avvenga senza che una Ausl sia costretta a maggiori sacrifici rispetto ad un altra come già avvenuto per la centrale unica 118 o per il laboratorio analisi unificato di Pievesistina dove anche qui comunque Forlì ha pagato maggiormente rispetto agli altri".

 

Oltre a chiedere conto dello "smantellamento in atto all'ospedale di Forlì, e non su altre strutture romagnole", il consigliere regionale dell'opposizione del Pdl chiede pure di "stimare il danno che subirà il bilancio dell'Ausl di Forlì che", fa notare, "già fortemente penalizzato da scelte politiche imposte da Area Vasta, si vedrà ulteriormente penalizato visto che inciderà la mancata entrata di mobilità attiva fino ad oggi garantita dal reparto di oncologia che dispone di un macchinario d'avanguardia, nonché dall'aumento dei costi di bilancio a causa di una uscita contabile certa per i pazienti dell'Ausl di Forlì che dovranno recarsi in mobilità passiva presso la SRL Irst di Meldola".  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -