Forlì, sanità. Pasini (Udc): "A fianco dei primari"

Forlì, sanità. Pasini (Udc): "A fianco dei primari"

"L'allarme sul futuro della sanità forlivese lanciato nei giorni scorsi dal Collegio dei Primari è in linea con quanto da tempo sostengo nell'interesse dei cittadini forlivesi: l'Ospedale di Forlì, dopo aver raggiunto livelli di eccellenza da tutti riconosciuti, non può assolutamente vivere un periodo di involuzione, che ne minerebbe l'autorevolezza e di fatto segnerebbe l'inizio di probabili disservizi per i forlivesi". Questo il commento a caldo del segretario provinciale UDC Andrea Pasini alle recenti preoccupazioni espresse da primari forlivesi.

 

Ma Pasini non si ferma qui: "La delicata situazione che riguarda 140 medici e infermieri interinali che rischiano di perdere il lavoro - sostiene - è l'ennesimo motivo di forte precarietà che aleggia sul Morgagni - Pierantoni: bisogna salvare questi lavoratori, anche alla luce delle promesse della Regione Emilia Romagna, che, nel 2007, si era impegnata a trasformare questi contratti a tempo indeterminato".

 

"Aldilà di tutti i ragionamenti politici (accorpamenti Forlì-Cesena, Area Vasta ecc...) - conclude Pasini - è necessario uno sforzo comune e trasversale di tutti gli attori in campo, siano essi medici, dirigenti AUSL, politici ed anche cittadini, per salvaguardare l'eccellenza sanitaria forlivese e supportare adeguatamente i livelli di innovazione e tecnologia avanzata oggi presenti nel nostro Ospedale: l'UDC si impegnerà quindi per favorire un'azione congiunta finalizzata a questi obiettivi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -