Forlì, sanità. Pasini (Udc): "Padiglione Vallisneri, una ristrutturazione inutile..."

Forlì, sanità. Pasini (Udc): "Padiglione Vallisneri, una ristrutturazione inutile..."

Forlì, sanità. Pasini (Udc): "Padiglione Vallisneri, una ristrutturazione inutile..."

Dopo una lunga fase di studi e riflessioni, ecco pronta l'ennesima tegola sui cittadini forlivesi. La direzione sanitaria dell'Ausl di Forlì ha elaborato un piano di edilizia ospedaliera che sarà prossimamente presentato al personale e che consiste nel trasferimento di tutti i reparti presenti nel padiglione "Vallisneri" dell'Ospedale Morgagni-Pierantoni, in altri spazi dello stesso Ospedale e di alcune strutture private. La motivazione è dettata dalla necessità di ristrutturare il padiglione "Vallisneri" e di renderlo più accogliente.

 

"Chi non ricorda - commenta sarcasticamente il segretario provinciale UDC Andrea Pasini - le recenti inaugurazioni succedutesi nei reparti di tale padiglione (ginecologia, sala parto, neonatologia, senologia, oculistica, ecc.)?  Ed ora, a breve distanza di tempo assistiamo a immotivati trasferimenti, quando a noi risulta che il "Vallisneri" è a norma, se confrontato con altri padiglioni dello stesso Ospedale. Facile immaginare che il tutto causerà una riduzione dei posti letto, viste le scarse disponibilità di spazi alternativi all'interno dell'attuale struttura ospedaliera".

 

"In maniera machiavellica - continua Pasini - i nostri dirigenti sanitari (con l'avvallo degli amministratori??) hanno confezionato l'ennesimo "regalo" ai cittadini forlivesi, mettendoli "democraticamente" di fronte al fatto  compiuto. Dopo i tagli ai posti letto per anziani e disabili, ora si tagliano anche quelli in Ospedale, per realizzare interventi "non necessari" in un Padiglione, che, a oggi, presenta standard qualitativi di vivibilità e di confort già buoni. Il tutto, in nome del piano di rientro da quel fantomatico buco, costruito ad arte, per punire chi si opponeva alle mire espansioniste di quelle Ausl che intendono "Area Vasta" come sottrazione delle eccellenze altrui".

 

"Se di razionalizzazione economica vogliamo parlare - conclude Pasini - non sarebbe meglio intervenire subito sul fatiscente padiglione "Valsalva", per inserirvi poi strutture e servizi ora dislocati in locali esterni, per i quali si pagano affitti onerosi, al fine di attuare una politica di reale risparmio?".

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di 26
    26

    Invece di ristrutturare un padiglione che ha già avuto ristrutturazioni recenti, è meglio impiegare i soldi nell'arruolamento di altri infermieri e personale sanitario in genere, dato che i repati non vanno avanti senza di essi, con la chiusura di tanti posti letto e reparti. Il primo ha chiudere è stato l'Alpi. Ma questa direttrice degenerale sa veramente ricoprire il suo ruolo oppure no? Ci stà affondando il nostro ospedale. Il sindaco invece di farsi fotografare con un bidone dell'immondizia in mano è meglio che si preoccupi di andare a visionare l'operato della direttrice generale che non stà facendo niente di sensato per la nostra AUSL

  • Avatar anonimo di cesare
    cesare

    Cari Signori, amministratori, politici, chiunque Voi siate e che avete potere decisionale sull'USL ma soprattutto sulla sanità Forlivese: DITECI APERTAMENTE, ASSUMENDOVENE LE RELATIVE RESPONSABILITA', CHE INTENZIONE AVETE SULLA SANITA' FORLIVESE PERCHE' TUTTO QUESTO SERVE A MOLTI DI NOI PER SAPERE COME VOTARE. Personalmente sono molto indignato per non dire molto in.... OGNI TANTO EMERGONO NOVITA' COME QUESTA E CIO' NON DENOTA CERTAMENTE ALCUNA TRASPARENZA (sotto questo piano dai nostri politici è pretendere forse troppo) MA SOPRATTUTTO ALCUNA STRATEGIA (idem come sopra con l'aggiunta che temo sia sintomo di incapacità). TUTTO SEMPRE E COSTANTEMENTE SULLE SPALLE DEI FORLIVESI. Cesare

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -