Forlì, sanità, Petropulacos: "La strada intrapresa è giusta"

Forlì, sanità, Petropulacos: "La strada intrapresa è giusta"

Forlì, sanità, Petropulacos: "La strada intrapresa è giusta"

FORLI' - Arriva la risposta del Direttore Generale dell'Ausl, Licia Petropulacos, alle dichiarazioni dei professionisti, che sulla stampa lamentano di non essere coinvolti: "Da molte settimane ormai mi sono ripromessa di tacere, e di non replicare. Questo per due motivi: rispetto per i cittadini, che più leggono polemiche più si preoccupano, e rispetto per un percorso di attività e di comunicazione che la CSST ha concordato lo scorso 13 dicembre".

 

"Per l'ennesima volta leggo le dichiarazioni di un professionista che, pur essendo coinvolto in prima persona in uno dei 3 gruppi di lavoro che stanno valutando le possibili migliori soluzioni future per il nostro territorio, soluzioni che non comprendono neanche come ipotesi l'eliminazione di servizi, lamenta il mancato coinvolgimento dei professionisti. La stessa cosa era avvenuta la scorsa domenica da parte di un professionista che, in veste di rappresentante sindacale, conosce bene il percorso che ci siamo dati e che voglio riassumere brevemente", constata Petropulacos.

 

"Dallo scorso mese di dicembre sono stati attivati 3 gruppi di lavoro con il mandato di formulare proposte su tre aspetti: nuove modalità organizzative dell'assistenza ospedaliera; presenza sul territorio ed accessibilità per i cittadini - spiega il Direttore - qualità dell'offerta residenziale. I gruppi sono formati esclusivamente da professionisti, in particolare il terzo vede il doveroso e giusto coinvolgimento del Dr. Giancarlo Aulizio. Una volta che i gruppi avranno sviluppato proposte, queste verranno valutate nel loro complesso e presentate alla Conferenza dei sindaci, e da lì partirà un percorso di confronto e coinvolgimento di tutti i soggetti, professionisti compresi, com'è del tutto evidente".

 

"La mia unica preoccupazione è che il metodo seguito parta sempre e comunque da una valutazione dei bisogni e del contesto, basata su dati concreti, e che gli assetti proposti garantiscano qualità dei servizi e miglior sostenibilità del sistema. Una cosa molto significativa è che nelle diverse uscite di stampa che lamentano "tagli selvaggi" o "tagli trasversali" nessuno faccia mai degli esempi, la stessa cosa mi succede quando mi confronto con i vari interlocutori all'interno dell'Azienda. Segno che, a parte problemi contingenti e transitori, la strada che abbiamo intrapreso va nella direzione giusta. Nell'ultimo anno abbiamo proposto a tutti i professionisti il tema della maggiore attenzione all'utilizzo appropriato delle risorse. Grazie al lavoro dei moltissimi professionisti seri ed eccellenti che onorano della loro attività la sanità forlivese è stato possibile avviare in questo modo un percorso di risanamento che ha garantito i servizi di qualità che ci caratterizzano e ci ha fatto incassare la fiducia della regione che ha mantenuto un cospicuo supporto economico alla nostra Azienda, pur in un anno di enormi difficoltà economiche per il SSR", precisa Petropulacos.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'attenzione va mantenuta e la riflessione va allargata, sempre con il concorso di tutti, per consolidare una sostenibilità di sistema e programmare gli sviluppi futuri. In un contesto di questo tipo, uscite di stampa che non corrispondono in nulla alla realtà del lavoro quotidiano e che vengono fatte senza aver richiesto alcun confronto preventivo, servono solo a diffondere preoccupazione senza motivo", conclude.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -