Forlì, sbarca in Consiglio la polemica Buffadini sulle nomine Acer

Forlì, sbarca in Consiglio la polemica Buffadini sulle nomine Acer

L'ex assessore Lodovico Buffadini-2

FORLI' - Sbarca in Consiglio comunale la polemica sulle nomine alla presidenza di Acer, innescata due settimane fa da uno degli esclusi, l'ex assessore comunale al Bilancio Lodovico Buffadini. A sollecitare una risposta del sindaco sono stati, con un question-time, i consiglieri Pdl Fabrizio Ragni e Alessandro Spada. E il sindaco Roberto Balzani, davanti al consiglieri, ha ribadito quanto ha sostenuto in passato, e cioé che "la scelta di Alessandro Alessandrini alla presidenza di Acer è pienamente legittima".

 

E ancora che "il Comune di Forlì possiede il 24% di Acer e per consuetudine esprime il presidente, ma è impensabile una scelta non condivisa con il Comune di Cesena e la Provincia". La polemica nasce dal fatto che la nomina alla fine è ricaduta su una persona che non aveva fatto domanda al bando di evidenza pubblica. Balzani, infine, ricorda di godere del pieno appoggio del suo partito sulla questione: "La direzione territoriale del Pd ha sostenuto questa linea all'unanimità".

 

Non si è dichiarato soddisfatto, però, Fabrizio Ragni (PdL): "Quando si mette in moto una procedura di selezione pubblica ci sono dei canoni da rispettare, non siamo qui a dire che il bando pubblico era necessario, ma se si sceglie di adottarlo poi si segue la norma: a quel punto è vincolante e non è possibile designare un candidato che non si era proposto". Per Ragni "il Comune non ne esce bene". Alessandro Spada aggiunge: "Vedo in questo iter una notevole ambiguità e una scarsissima trasparenza".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -