Forlì, scalo merci Villa Selva. L'assessore Peri: ''Operativo tra fine dicembre e gennaio''

Forlì, scalo merci Villa Selva. L'assessore Peri: ''Operativo tra fine dicembre e gennaio''

Forlì, scalo merci Villa Selva. L'assessore Peri: ''Operativo tra fine dicembre e gennaio''

FORLI' - Il consigliere regionale del Pd, Tiziano Alessandrini, in un'interrogazione a risposta immediata ha chiesto alla Giunta regionale chiarimenti sull'ipotesi di chiusura dello scalo merci di Forlì il prossimo 31 dicembre. Per quella data - ha precisato Alessandrini - non sarà ancora operativo lo scalo merci di Villa Selva, su cui (in base all'accordo firmato il 28 luglio 2009 dalla Regione Emilia-Romagna e da Ferrovie dello Stato) dovrà convergere tutto il traffico merci di Rimini, Sant'Arcangelo, Cesena e Forlì.

 

Il consigliere ha quindi chiesto se in caso affermativo la decisione presa da Ferrovie dello Stato "senza consultazione alcuna delle istituzioni interessate", non contrasti con l'accordo che prevedeva, in concomitanza con la chiusura dei vecchi scali merci, l'attivazione del nuovo Scalo di Villa Selva. Alessandrini ha anche domandato cosa intenda fare la Regione per evitare che si creino disservizi ed inefficienze che andrebbero a penalizzare fortemente le imprese del territorio e di adoperarsi affinché nella gestione del nuovo scalo di Villa Selva la società che se ne occupa applichi tariffe abbordabili. "Altrimenti, difficilmente potrà decollare il trasporto su rotaia".

 

Lo scalo di Villa Selva è già completato ed è già operativo tra fine dicembre e gennaio 2011, - ha riferito l'assessore ai trasporti, Alfredo Peri, - abbiamo chiesto di non procedere ad operazioni che provochino vuoti tra la chiusura dello scalo di Forlì e l'apertura del nuovo, eventualmente mantenendo aperto il primo. Stiamo monitorando con Rfi affinché, ha rassicurato Peri, si abbia cura che nel passaggio non si perdano attività. 


L'assessore ha anche riferito che attualmente la maggior parte del traffico che fa capo allo scalo di Forlì è di tipo meccanico (in particolare barre di acciaio da 24 metri), mentre per una quota residuale è costituito da ghiaia e altri materiali. Lo scalo di Villa Serra è invece soprattutto vocato al traffico di containers e casse mobili, tuttavia Terminali Italia, il gestore, si sta attrezzando per i treni che trasportano le barre e sarà in grado di movimentarle entro la fine di gennaio da Villa Selva.

 

Altri traffici residuali hanno invece problemi di pulizia e la soluzione del trasferimento di questo tipo di traffico è allo studio, ma sarà senz'altro possibile movimentarlo o da Villa Selva o da altri scali vicini. Tutti i traffici che utilizzano la ferrovia nel territorio di Forlì - ha concluso l'assessore - potranno in ogni caso continuare a farlo. Inoltre Terminali Italia è disponibile se necessario a posticipare la chiusura dello scalo forlivese per un breve periodo, per consentire la migliore sistemazione dei traffici.

 

Sono soddisfatto della risposta - ha replicato Alessandrini - in particolare per il fatto che la Regione sia determinante nell'impedire che si verifichino vuoti tra la chiusura dello scalo forlivese e l'apertura del nuovo di Villa Selva, perché diversamente - ha precisato - si rischierebbe di indebolire questa modalità di trasporto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -