Forlì, sciopero Cgil. Casadei (Pd): "Piena adesione"

Forlì, sciopero Cgil. Casadei (Pd): "Piena adesione"

E' fondamentale in questo momento di grave e profonda crisi economica essere al fianco dei sindacati per rivendicare la centralità dei temi del lavoro nell'agenda politica e il rispetto dei diritti dei lavoratori.

Il governo di Berlusconi, che si presentò agli elettori come "il governo del fare", si è dimostrato del tutto incapace di affrontare questa crisi e di offrire un progetto di uscita e rilancio dell'economia.

 

Mentre tutti i Paesi del mondo hanno capito che l'unico modo per superare questa crisi globale è investire sulla ricerca, sull'innovazione e sulla formazione, il governo italiano continua a spendere energie e risorse pubbliche per salvaguardare gli interessi personali del premier e pur di mantenere in piedi una maggioranza, che ormai è tale solo sulla carta, ci costringe ad assistere ad un vergognoso mercato di parlamentari.

 

Siamo stati mesi senza il Ministro dello sviluppo, non esistono né un piano industriale né un piano energetico nazionale: si impediscono agli imprenditori prospettive di sviluppo di qualità, ai lavoratori dipendenti stabilità occupazionale e adeguatezza dei salari.

I tagli dissennati alla scuola pubblica, all'Università e alla ricerca impediscono ai giovani di progettare il proprio futuro e li spinge sempre più ad emigrare all'estero per realizzare le proprie aspirazioni. Si taglia sulla formazione e i saperi, si ruba il futuro alle generazioni che dovrebbero rappresentare l'energia vitale del paese. Non si sostengono settori cruciali per la qualità dello sviluppo di un paese come cultura, ambiente, paesaggio, turismo.

 

Il finto "federalismo fiscale", che sta solo decentrando la riscossione delle tasse a livello locale mantenendo invece saldamente in mano al governo la definizione degli indirizzi e della aree d'intervento con il chiaro scopo di incentivare lo spostamento dell'erogazione dei servizi, anche quelli essenziali, dal pubblico al privato, toglie ossigeno alla pubblica amministrazione per piani di investimenti che potrebbero invece sostenere le imprese e l'occupazione.

La Regione Emilia-Romagna da mesi sta contrastando questa miope e dannosa politica con provvedimenti e significativi investimenti volti a promuovere la formazione, lo sviluppo tecnologico, l'innovazione nell'ottica della sostenibilità ambientale, economica e sociale.

 

E' arrivato il momento di unire le forze e chiamare alla mobilitazione generale tutti coloro che hanno a cuore il futuro del nostro Paese: non è tempo di essere indifferenti, per questo ho aderito con profonda convinzione allo sciopero del 6 maggio indetto dalla CGIL.

 

 

Thomas Casadei

Consigliere regionale PD

Assemblea Legislativa Regione Emilia-Romagna

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di minotauro
    minotauro

    caro Casadei,tu dici belle parole ma noi vogliamo fatti, e risposte alle domande che ti ha posto stamane il nostro segretario della fiom davanti alla sede del PD, se vuoi degnarti di risponderci la sede FIOM suppongo la conosci. saluti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -