Forlì, scuola Diego Fabbri. La Lega attacca il vicesindaco: "Non mantiene le promesse"

Forlì, scuola Diego Fabbri. La Lega attacca il vicesindaco: "Non mantiene le promesse"

FORLI' - "Inaccettabile l'estenuante attesa e il prolungarsi dei tempi di bonifica per riaprire la Diego Fabbri e consentirne nuovamente l'accesso agli alunni" - interviene duramente il Segretario Prov.le del Carroccio Morrone in merito all'ennesimo ritardo nelle procedure di risanamento e rimozione delle tracce di amianto nei locali della scuola elementare Diego Fabbri

 

"La giunta Balzani, dopo l'imbarazzo dell'evacuazione e il trasferimento degli alunni in una struttura temporanea, si era impegnata a garantire quanto prima la riapertura della scuola fissando addirittura una data precisa, ossia il 15 febbraio, appuntamento che tuttavia è stato disatteso ampiamente innescando le giuste proteste dei genitori. Ad oggi il cantiere a cielo aperto della Diego Fabbri è l'ennesima testimonianza delle promesse non mantenute dell'amministrazione comunale forlivese e della fiducia mal riposta dei cittadini in una giunta di sinistra incapace di mantenere gli impegni presi. Il prolungarsi dei tempi di bonifica e il silenzio degli ultimi due mesi sull'avanzamento dei lavori ha esaurito la pazienza delle famiglie forlivesi, la cui volontà comune è il ripristino a breve termine delle condizioni sanitarie e di sicurezza della scuola, testimonianza dell'incapacità gestionale del Vicesindaco Biserna di dare risposte rapide e concrete ai propri concittadini."

 

Infine, conclude Morrone: "Chiediamo alla giunta Balzani di rispettare gli impegni assunti rispetto ad un servizio educativo di primaria importanza e di fare chiarezza sulle reali motivazioni che hanno determinato una dilatazione dei tempi di riapertura della scuola elementare".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -