Forlì, sequestro Iper: interrogato il segretario comunale

Forlì, sequestro Iper: interrogato il segretario comunale

FORLI’ - Proseguono a ritmo serrato le indagini sui presunti abusi edilizi nell’area in cui sta nascendo l’ipermercato di Forlì. L’ultima tappa dell’inchiesta, che tocca nomi eccellenti tra cui l’ex presidente della fiera Romeo Godoli (in carica fino al novembre 2007), nella sua veste di dirigente Conad e presidente dell’immobiliare titolare dell’area. Davanti agli inquirenti ieri è arrivato il segretario generale del Comune, Antonio Ventrella, per chiarire alcuni aspetti formali.


A Ventrella, secondo quanto riportano le cronache locali, i carabinieri della sezione di polizia giudiziaria avrebbero chiesto lumi sull’accordo di programma e sulla commissione di vigilanza che avrebbero dovuto definire le regole di costruzione del nuovo maxi-complesso commerciale che tante polemiche ha destato tra i commercianti del centro e non solo.


A Ventrella sarebbero stati chiesti chiarimenti anche riguardo a quell’ordinanza di demolizione delle opere considerate abusive firmata il 21 gennaio scorso firmata dallo stesso segretario e dall’architetto Elves Sbaragli, dirigente del servizio urbanistica del Comune. Quel documento venne notificato alla “Immobiliare punta di ferro” e alla “Coopsette” di Reggio Emilia (la società incaricata dalla immobiliare di realizzare i lavori) quattro giorni prima del maxi-sequesto dell’intera area di 70mila metri quadrati, avvenuto il 25 gennaio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -