Forlì, sicurezza stradale: pronto l'annuario 2010 dell'Asaps

Forlì, sicurezza stradale: pronto l'annuario 2010 dell'Asaps

FORLI' - L'annuario della sicurezza stradale 2010 è pronto. Per l'Asaps è un importante traguardo. Non tanto per la semplice pubblicazione di un libro, ma per i contenuti - tutti rigorosamente autoprodotti - che caratterizzano il testo, curato dal presidente Giordano Biserni e dal responsabile degli osservatori della sinistrosità Lorenzo Borselli.


"L'Asaps è cresciuta - dice Biserni - attirando a sé una moltitudine di intelligenze, che in una fase iniziale si erano assunte il compito di tutelare la professionalità delle divise, sulla strada, mentre oggi, alla vigilia dei suoi primi vent'anni di età, l'associazione può essere considerata una vera e propria agenzia della sicurezza stradale".


Il secondo numero dell'annuario fa il punto sui fenomeni più oscuri e violenti della sinistrosità stradale in Italia, con 14 capitoli interamente dedicati al lavoro degli osservatori il Centauro - Asaps: si parla di pirateria e di infortuni professionali nei cantieri, di contromano e di sassi dai cavalcavia, di aggressioni alle forze di polizia e del rischio strada per gli operatori in divisa, fino all'ultimo nato, l'osservatorio ribattezzato delle Morti Verdi, che tiene il conto di quanti incidenti accadano ai conducenti di trattori agricoli.


Un lavoro fatto di quotidiana precisione, che l'Ufficio Studi dell'Asaps porta avanti da molti anni e che ha consentito di scoprire e di connotare, nei meandri del dato generale, fenomeni semisconosciuti come il contromano: chi, fino a quando non ce ne siamo occupati, sapeva dare una forma ed una spiegazione a questa forma di sinistrosità?


"Abbiamo deciso di non stare a guardare - spiega Lorenzo Borselli - perché stanchi di dover sempre attendere dati vecchi, spesso non rispondenti all'effettiva realtà che noi del mestiere ci troviamo ogni giorno ad affrontare. Solo chi ne ha visto gli effetti può capire quanta violenza ci sia in incidenti come questi, o cosa significhi arrivare sulla scena di un atto di pirateria".
Gli eventi, quando giungono all'attenzione dello staff, vengono investigati per ottenere da ogni singolo episodio notizie circa il numero dei coinvolti, il tipo di strada, il ruolo dell'alcol e delle droghe o l'incidenza dei cittadini stranieri.


"Il risultato è quello di un work in progress - spiega il presidente dell'Asaps - attorno al quale gravita uno staff di esperti ed autori della nostra rivista ufficiale Il Centauro e del sito asaps.it che si occupa di vera e propria ricerca. Ogni singolo osservatorio, grazie al background e al know-how degli specialisti che se ne occupano, consente di evidenziare criticità e proporre soluzioni. Il nostro ruolo è anche questo".


L'edizione del 2010 di quasi 300 pagine a colori, ricca di dati e tabelle e foto è caratterizzata da una prefazione del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con delega alle politiche della famiglia e al contrasto delle tossicodipendenze Carlo Giovanardi, da sempre attento al problema dell'incidentalità stradale specie del fine settimana. Segue la presentazione di Vincenzo Borgomeo responsabile Motori.Repubblica.it un giornalista dotato di costante sensibilità ai temi della sicurezza stradale.


Il testo sarà scaricabile dal portale www.asaps.it e sarà diffuso gratuitamente a tutti i referenti Asaps sul territorio e in occasione di eventi e di momenti educativi nelle scuole ai quali partecipa direttamente l'associazione forlivese.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -