Forlì, smantellata rete di spaccio di cocaina: 10 arresti della Squadra Mobile

Forlì, smantellata rete di spaccio di cocaina: 10 arresti della Squadra Mobile

Forlì, smantellata rete di spaccio di cocaina: 10 arresti della Squadra Mobile

FORLI' - E' partita da un semplice passaggio di mano l'inchiesta della Sezione Narcotici della Squadra Mobile di Forlì, coordinata dal dirigente Claudio Cagnini, che ha permesso di smantellare un rete di spaccio di stupefacenti che operava a Forlì, nel Cesenate, ma anche nel Veneto e nelle Marche. Il lavoro degli inquirenti, iniziato nel luglio del 2010, si è concluso lunedì con l'esecuzione di dieci ordinanze di custodia cautelare in carcere firmate dal gip Luisa Del Bianco.

 

>LE IMMAGINI DEGLI ARRESTI

 

L'operazione, denominata "Elite", seguita dal sostituto procuratore Filippo Santangelo, ha portato a 16 arresti in flagranza di reato e alla denuncia a piede libero di 17 persone, oltre al sequestro di 1055 grammi di cocaina, di 12mila euro in contanti, ritenuti il provento dell'illecita attività, di tre auto (una Bmw 530, una Smart Fourfour ed una Mitsubishi Lancer Evo) e ad un'arma da sparo clandestina.

 

Delle dieci ordinanze di custodia cautelare, sette sono state notificate in carcere a Forlì, Bologna, Treviso e Cassino, mentre altre tre ai domiciliari. I primi mattoni dell'inchiesta sono stati posti nel luglio del 2010, quando le attenzioni degli inquirenti si sono focalizzate su un imprenditore edile di nazionalità albanese, Marjan Toma, ritenuto il vertice dell'organizzazione, tradito dal tenore di vita troppo alto. Dietro la vita lussuosa infatti c'era un giro di spaccio di droga.

 

La Squadra Mobile l'ha "beccato" mentre consegnava in un bar di via Bertini una dose di cocaina ad un'acquirente. Quel passaggio di mano ha fatto decollare l'inchiesta, che si è sviluppata anche con l'ausilio di intercettazioni telefoniche e ambientali. Si è così arrivati all'arresto di Andi Gioni, 28 anni, piastrellista di nazionalità albanese residente a Cesena, Altin Ndoka, connazionale di 26 anni, residente a Senigallia (Ancona), e il tassista, Luca De Gregorio, 27 anni di Senigallia.

 

Nel blitz di fine ottobre in un cantiere di via Cerchia è stato bloccata la consegna di una consistente partita di cocaina (525 grammi di 'neve', che avrebbero fruttato tra i 50mila ed i 70mila euro, destinati al mercato marchigiano. Il passo successivo dell'inchiesta c'è stato l'8 novembre con l'arresto del capo dell'organizzazione, sorpreso a cedere nove grammi di cocaina ad un cesenate, con il successivo sequestro di 215 grammi di polvere bianca.

 

Nella stessa circostanza sono stati arrestati altri tre spacciatori di nazionalità albanese: Aleksander Toma, 22 anni, Edmon Lleschi, 31. Il 20 novembre altro sequestro di 14 grammi di cocaina e la denuncia di un quarantenne ravennate a Mensa Matellica. Il 29 dicembre sono stati arrestati due cugini albanesi di 29 e 28 anni, Aleks Brunga e Florian Brunga, ed un imprenditore napoletano di 41 anni, Eduardo Iengo. Nella circostanza furono sequestrati 150 grammi di cocaina nascosti dentro una busta appesa ad un albero, una sorta di "albero della cuccagna", e 3.700 euro.

 

A Gennaio sono stati effettuati tre arresti in otto giorni (18, 20 e 26 del mese) tra Forlì e Cesena: nell'ordine sono finiti in manette Nikolin Shkambi, albanese di 29 anni, G.A, 35enne cesenate, e Guido Leone, casertano di 56 anni, residente a Castrocaro Terme. Gli italiani sono ritenuti dalla Mobile come "l'ultima mano" del passaggio della droga. Il 12 marzo sono finiti in manette tre cesenati: Luca Cuni, 36 anni, Thomas Medri e Samuele Vitali, entrambi 34enne.

 

Il penultimo arresto, quello del 25enne Gjerhji Karaj, prima della chiusura dell'inchiesta è stato effettuato il 7 aprile. Nella circostanza sono stati trovati anche 102 grammi di cocaina. Tra i vari personaggi di nazionalità albanese c'era una stretta collaborazione, che ha consentito di fatto all'organizzazione di smerciare la cocaina non solo in Romagna, ma anche nelle Marche e nel Veneto. All'operazione di lunedì hanno preso parte 30 agenti di Polizia, con l'ausilio di unità cinofile.


Forlì, smantellata rete di spaccio di cocaina: 10 arresti della Squadra Mobile

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di beppe70
    beppe70

    GRAZIE grazie di cuore alle ns forze dell'ordine e a chi le coordina, speriamo ora in una lezione esemplare e che questi soggetti non possano mai + rimettere piede in Italia, e x gli Italiani, buttate via le chiavi... ho 3 figli e 2 nipotini, ho già detto tutto vero...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -