Forlì, spacciava eroina in centro. Operaio 33enne in carcere

Forlì, spacciava eroina in centro. Operaio 33enne in carcere

Foto di repertorio, al centro il dirigente della Squadra Mobile Claudio Cagnini

FORLI' - E' allarme eroina a Forlì. Sempre più giovani fanno uso della polvere bianca, piazzata sul mercato a prezzi vantaggiosi. La conferma arriva dall'ultima operazione antidroga svolta dagli agenti della Squadra Mobile di Forlì, sezione Narcotici, coordinati dal dirigente Claudio Cagnini, che hanno stanato un giovane forlivese di 33 anni, F.N. le sue iniziali, che spacciava eroina nel centro della città. Le indagini sono partite da un'attività di controllo ‘vecchio stampo'.

 

I poliziotti hanno fermato nella scorsa settimana tre giovani in possesso di modiche quantità di eroina, segnalati al Prefetto come assuntori di droga. Da qui si è risaliti al fornitore, un operaio piastrellista di 33 anni, con precedenti specifici e già condannato, fermato mercoledì sera nei pressi di un bar ove il soggetto è stato bloccato mentre stava scendendo dalla sua autovettura. Inutile il tentati di disfarsi di tre involucri di cellophane, contenente 10 grammi di eroina in dosi.

 

Gli agenti hanno perquisito due abitazioni utilizzate dall'uomo, un in zona Ravaldino e l'altra nei pressi della Piscina Comunale, utilizzata in passato dalla nonna. Nel primo caso non è stato rinvenuto nulla, mentre nel seconda sono spuntati, occultati alla scala che conduce al solaio, 210 grammi di eroina, nonché un bilancino di precisione ed altro materiale usato per il confezionamento delle dosi. La droga avrebbe fruttato allo spacciatore circa 4.500 euro. Ora il 33enne si trova in carcere a disposizione della magistratura.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -