Forlì, Spada (PdL): "Azzerare il contributo al Centro per la Pace"

Forlì, Spada (PdL): "Azzerare il contributo al Centro per la Pace"

FORLI' - "La Giunta Balzani ha deciso di rivedere la quota contributiva erogata annualmente dal Comune di Forlì al "Centro per la Pace", passando da 9.000 euro (quota di gestione individuata nella convenzione) a 12.500 euro, quindi con un aumento di 3.500 euro. Dal 2004 ad oggi, i finanziamenti del Comune al "Centro per la Pace" e relativo "Sportello intercultura" (intervento a favore dei cittadini stranieri) ammonterebbero a circa 77.025 euro", lo dice Alessandro Spada del Pdl.

 

"In parallelo si registra l'evidente fallimento delle iniziative, promosse dal suddetto Centro, volte all'integrazione dei cittadini stranieri, inclusa la scarsissima utilità dei corsi pensati per la creazione di una fantomatica cultura di pace, e soprattutto il fatto che spesso gli incontri promossi dal "Centro per la Pace" risulterebbero unicamente un comodo strumento di propaganda politica dai connotati

catto-comunisti. Si registra altresì uno strano rapporto tra il "Centro per la Pace" e il "Comitato Acqua Pubblica Forlì" (circa richieste di referendum di carattere politico), che vede, tra le altre, le sigle di Arci, Associazione "Clan-Destino", Associazione per la Sinistra, "Popolo Viola", Cgil, Anpi, Destinazione Forlì, Federazione dei Verdi, Federazione della Sinistra, "Sinistra ecologia e libertà".

 

E ancora: "Per queste ragioni sarebbe opportuno, dato il periodo di grave crisi economica per le casse comunali e la scarsissima utilità delle attività organizzate dal suddetto Centro, ridurre progressivamente la quota contributiva erogata annualmente, fino a giungere in tempi brevi ad un azzeramento della stessa. Inoltre la Giunta Balzani dovrebbe attivarsi per impedire ed eliminare inopportune presenze di natura politica all'interno delle iniziative del "Centro per la Pace",

nonché per monitorare attentamente la qualità e le finalità delle attività svolte, al fine di garantire anche la partecipazione democratica e la pluralità di idee", conclude Spada.

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    Un po' di rispetto perbacco... Come potrà Spada essere favorevole al Centro per la pace.... rimarrebbe disoccupato. In fondo tra i conflitti di interesse del PDL quello tra la Spada e la Pace mi sembra uno dei più piccoli....

  • Avatar anonimo di sauroturroni
    sauroturroni

    se il sig. Spada pensasse un po' di più a cosa combinano i suoi amici del governo, con le loro P3, cricche e simili , invece di cercare di colpire luoghi di aggregazione e di integrazione, farebbe meglio. in quel centro si cerca di aiutare i cittadini stranieri ad integrarsi qui, da noi, dove sono venuti : Forse Spada vorrebbe che l'integrazione venisse fatta con le modalità messe dal suo governo con la complicità del despota amico del Presidente del consiglio, per coloro che sono stati prima respinti in mare poi consegnati ai libici e imprigionati e torturati.

  • Avatar anonimo di Sandro
    Sandro

    Si sà che ha volte il caldo produce effetti negativi se si è esposti come in questo caso. Ma di più evidentemente i colpi di sole sono permanenti. Un buna doccia di cqua fredda molto probabilmente porterebbe solamente del beneficio. " Forse!"

  • Avatar anonimo di simy
    simy

    sembra quasi che a dare fastidio sia il referendum per l'acqua pubblica..

  • Avatar anonimo di simy
    simy

    oddio ci saranno gli 007 anche al centro per la pace forlivese...cattocomunisti?i comunisti non vogliono staccarsi dal vaticano???.. ps il popolo viola li non c'è...semmai c'è la federazione della sinistra...ma non è li....propaganda? forse la sua... mi sa che anche il signore risente del caldo...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -