Forlì, stato di agitazione per i dipendenti di Villa Serena e Villa Igea

Forlì, stato di agitazione per i dipendenti di Villa Serena e Villa Igea

Forlì, stato di agitazione per i dipendenti di Villa Serena e Villa Igea

FORLI' - Per i lavoratori delle case di cura Villa Serena e Villa Igea scatta lo stato di agitazione, costituito dal blocco immediato degli straordinari, volantinaggio informativo, presidi dei lavoratori e assemblee nei posti di lavoro. In mobilità "congelata" a Villa Serena e villa Igea ci sono 60 lavoratori. Dal 30 aprile 2010 dopo un primo rifiuto dell'azienda ad un confronto, si è tenuto il primo incontro, coi sindacati presso la sede di Confindustria di Forlì, alla presenza dei rappresentanti del Ministero del lavoro e della Provincia.

 

"Abbiamo continuato a sostenere il diritto dei dipendenti al mantenimento del proprio posto di lavoro a fronte di una riorganizzazione aziendale che non vorremmo fosse mossa da logiche di profitto. A conclusione dell'incontro si è sottoscritto un verbale nel quale si concorda la sospensione della decorrenza dei termini della procedura di mobilità già avviata, per la durata di 30 giorni. Tale sospensione ha la finalità di ricercare soluzioni atte a superare le ricadute negative sul piano occupazionale. Sono quindi stati concordati una serie d'incontri, a partire dal 7 maggio, al fine di esaminare le cause che hanno determinato tale situazione e ricercare possibili soluzioni", spiegano i sindacati.

 

Nel corso del consiglio provinciale di giovedì un gruppo di lavoratori, in rappresentanza delle Case di Cura Villa Igea e Villa Serena, si ritroveranno presso la sede della Provincia di Forlì-Cesena al fine di presentare un apposito documento con il quale si chiederà l'impegno del Consiglio Provinciale a sostegno della vertenza aperta ed alla salvaguardia dei livelli occupazionali delle due Case di Cura private.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -