Forlì: su due ruote per aiutare la riabilitazione in Abruzzo

Forlì: su due ruote per aiutare la riabilitazione in Abruzzo

Forlì: su due ruote per aiutare la riabilitazione in Abruzzo

La città di Forlì è tappa di solidarietà mercoledì 16 settembre. "Ri-Abruzzo", maratona ciclistica promossa da Simfer (Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitatitiva), fortemente voluta dal vice presidente Germano Pestelli, direttore dell'U.O. di Riabilitazione dell'Ausl di Forlì, servirà a "fare conoscere la situazione dell'Abruzzo, a promuovere quello che facciamo ed a raccogliere fondi per dare spazi e attrezzature al reparto di riabilitazione, crollato, de L'Aquila".

 

Partiranno in 10, tra cui 3 trapiantati renali e 2 disabili, martedì dai centri riabilitativi di  Motta di Livenza e Treviso ed effettueranno una  serie di tappe in diverse realtà aderenti, per approdare in terra d'Abruzzo e  proseguire poi sino a Campobasso, dove arriverà il giorno dell'apertura del Congresso Simfer. In ciascuna tappa del percorso, le strutture ospitanti presenteranno i risultati della propria raccolta fondi e altri eventuali progetti intrapresi a sostegno della riabilitazione in Abruzzo.

 

La manifestazione ha ottenuto il convinto sostegno del Comune di Forlì, della Provincia di Forlì-Cesena, Comitato Italiano Paraolimpico, la Fodazione Fausto La Bruna e del Coni provinciale. "Ci abbiamo creduto da subito - sottolinea il Sindaco di Forlì, Roberto Balzani, per la limpidezza nelle finalità della manifestazione". Questo a confermare l'impegno costante alla solidarietà dei nostri professionisti", aggiunge il direttore generale dell'Ausl Forlì, Claudio Mazzoni.

 

Mercoledì pomeriggio, la maratona, partita il giorno prima da Treviso, arriverà dunque in piazza Saffi. Testimonial d'eccezione sarà Davide Cassani, ex professionista e commentatore Rai, che andrà incontro al gruppetto a Russi e lo scorterà sino a Forlì. Giovedì 17 settembre, la carovana riprenderà il proprio cammino dal piazzale del Municipio di Forlimpopoli con destinazione Fano. La manifestazione si concluderà il 20 settembre a Campobasso, dove la Simfer aprirà il proprio 37° Congresso Nazionale.

 

E' stato proprio in occasione di tale appuntamento che la società dei medici fisiatri ha deciso di scendere in campo, insieme a diverse strutture riabilitative e ad altri soggetti e istituzioni, a favore delle popolazioni abruzzesi Chi, infatti, meglio di coloro che ogni giorno lavorano per rimettere in sesto corpi martoriati da traumi di ogni tipo può fare qualcosa per "riabilitare" l'Abruzzo, piegato dal terremoto dell'aprile scorso? L'iniziativa,  promossa in particolare da Ulss9 Treviso e dall'Ospedale Riabilitativo di Alta Specializzazione di Motta di Livenza (Dipartimento Interaziendale di Riabilitazione), consiste principalmente in due azioni: da una parte è stata promossa una raccolta fondi e attrezzature per le strutture riabilitative abruzzesi, così da finanziare la ripresa delle attività riabilitative, sulla base delle indicazioni fornite dai medici d'Abruzzo; dall'altra è stata organizzata una maratona ciclistica, per sottolineare il legame che accomuna i diversi partecipanti, uniti nella solidarietà al mondo della  disabilità abruzzese.

 

Per quanto riguarda l'appuntamento forlivese, chi desiderasse partecipare può attendere l'arrivo in piazza Saffi, dove sarà allestito un gazebo della Protezione Civile, o accompagnare i ciclisti per un tratto di strada, unendosi a loro, ad esempio, all'Ospedaletto, dove dovrebbero transitare intorno alle 16. Altrettanto si potrà fare il giorno seguente, salutando la partenza della carovana da Forlimpopoli, intorno alla 9.30, o seguendola sino a Cesena. Da segnalare che mercoledì pomeriggio, dopo l'arrivo, i partecipanti alla maratona, tra i quali un trapiantato renale ed un ragazzo con disabilità motoria, si ritroveranno nella Sala del Consiglio Comunale.

 

La Società Italiana di Medicina Riabilitativa ha, inoltre, istituito un registro dei partecipanti alla manifestazione e devolverà per beneficienza a Ri-Abruzzo 20 centesimi di euro per ogni chilometro percorso da ciascuna persona che firmerà il registro, indicando i chilometri ricoperti.

Chi desiderasse aderire alla raccolta fondi, può effettuare un versamento nel c/c 156102,  Cod IBAN   IT86D0604003601000000156102, scrivendo nella causale "Riabruzzo".

 

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -