Forlì, tangenziale. Gli eletti del Pd: "esempio di maturità, polemice della destra incomprensibili"

Forlì, tangenziale. Gli eletti del Pd: "esempio di maturità, polemice della destra incomprensibili"

Le polemiche lette in questi giorni sulla stampa locale a seguito dell'inaugurazione del I stralcio del V lotto della tangenziale del Comune di Forlì risultano inevitabilmente poco comprensibili alle orecchie dei cittadini maggiormente interessati da questa nuova opera.

 

I detrattori del tratto appena aperto non sono evidentemente al corrente del fatto che esso risponde ad una esigenza avvertita da molti decenni non solo dagli abitanti dei quartieri di San Martino e Grisignano, ma anche della vallata del Rabbi nel suo insieme: la necessità di deviare il traffico ormai insostenibile di viale dell'Appennino (considerata a livello provinciale una delle principali emergenze viabilistiche) dall'abitato di San Martino in Strada ottenendo il duplice risultato di snellire la viabilità e di rendere vivibile e percorribile la Frazione con maggior salubrità e sicurezza.

 

Il V lotto della tangenziale (il cui secondo stralcio è già stato posto in gara dalla Provincia di Forlì-Cesena) è inoltre un esempio di maturità amministrativa, collaborazione tra enti e partecipazione, poiché le istanze dei cittadini sono state recepite e sostenute con grande responsabilità e concretezza dai Comitati di Quartiere e dalla Circoscrizione, che hanno promosso presso Comune e Provincia la necessità di darvi risposta.

La Provincia ha reso possibile una progettazione più essenziale ed economica rispetto al progetto originario (che difficilmente si sarebbe potuto realizzare a breve) e si è fatta promotrice presso la Regione Emilia-Romagna di una richiesta di finanziamento dell'opera. Il Comune ha fornito il proprio determinante contributo co-finanziando il tratto per 1 milione di euro.

Giungere a realizzare per via ordinaria in soli 6/7 anni un collegamento di questa entità è segnale di grande capacità ed efficienza amministrativa, ed un motivo di vanto per i cittadini e gli eletti che vi hanno concorso.

 

Non disconosciamo che ci sia un punto di potenziale pericolo nel momento di restringimento della carreggiata per i veicoli provenienti da Forlì, ma è irresponsabile prendere a pretesto questo problema per gettare fango su un'opera che porta grande beneficio a tutta la città. Ci risulta peraltro che la Provincia abbia già segnalato all'ANAS (nel cui tratto di competenza avviene il restringimento) l'esigenza di mettere in sicurezza tale tratto o attraverso un adeguato potenziamento della segnaletica orizzontale e verticale o anticipando a prima dello svincolo d'uscita verso via Placucci la riduzione ad una carreggiata.

 

I consiglieri PD di San Martino in Strada eletti nei consigli circoscrizionale, comunale e provinciale

Giulio Marabini

Massimo Montanari

Enzo Bandini

Luciano Minghini

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -