Forlì: teatro, al 'Piccolo' con mamma e papà

Forlì: teatro, al 'Piccolo' con mamma e papà

FORLI' - Partirà sabato 21 novembre la campagna per i nuovi abbonamenti alla ricca rassegna "A Teatro con mamma e papà" che ogni anno il Piccolo di Forlì ospita nella sua programmazione. La campagna proseguirà fino a venerdì 27 novembre (domenica 22 novembre esclusa) dalle ore 9,30 alle ore 12 presso gli uffici del Teatro Il Piccolo.

 

Una rassegna di fondamentale importanza per Accademia Perduta/Romagna Teatri (che cura la direzione artistica del Teatro): il Teatro Ragazzi è infatti una delle sempre più rare occasioni che le famiglie hanno per stare insieme in modo divertente e costruttivo. Gli spettacoli, programmati la domenica pomeriggio, saranno sei e tutti rappresentati da alcune delle più titolate compagnie di Teatro Ragazzi italiano.

 

Il cartellone sarà inaugurato da una produzione storica di Accademia Perduta/Romagna Teatri: Hansel & Gretel, uno spettacolo di Marcello Chiarenza, interpretato da Claudio Casadio e Daniela Piccari, che grande successo ha ottenuto all'ultimo, prestigioso Festival dei Due Mondi di Spoleto. La famosissima fiaba, tratta dalla versione dei fratelli Grimm, è incentrata sulla paura, comune a tanti bambini, dell'abbandono e sul suo superamento. In scena, Casadio e Piccari interpretano, con giochi di modulazione di voce, sia i piccoli protagonisti sia i loro genitori, alternandosi poi nel ruolo della strega cattiva (domenica 6 dicembre alle ore 16).

 

Seguirà Chi la fa l'aspetti!, una nuovissima produzione di Accademia Perduta, interpretata da Cristina Ghinassi e tratta da un racconto di Ascanio Celestini. L'intero spettacolo nasce da uno studio sulla tradizione popolare, col preciso intento di riscoprire il valore della fiaba. La messa in scena fonde narrazione, teatro e danza, lungo un sentiero di musiche e di evocazioni di tempi e spazi lontani, che si intrecciano, in modo grottesco e vivace, in una dimensione costruita tra la realtà e l'immaginario... (domenica 13 dicembre alle ore 16).

 

Sarà poi la volta di Ferruccio Filipazzi, autore e interprete di Vita da gatto. Bianco è un gatto. Insieme al papà, che gli insegna le cose fondamentali della vita, vive in un brandello d'orto scampato, non si sa come, al devastante abbraccio di cemento della città. Ma tutte le cose belle, prima o poi, hanno una fine: l'orto viene inglobato nella città e così Bianco si trova senza casa. Subito dopo si trova anche senza famiglia, perché decide di andarsene, solo soletto, per il mondo e diventare grande...(domenica 20 dicembre alle ore 16).

 

La compagnia Teatro del Buratto presenterà poi Giocagiocattolo. I protagonisti dello spettacolo sono i giocattoli: sempre pronti a soddisfare ogni desiderio del bambino (domenica 17 gennaio alle ore 16). L'appuntamento successivo sarà con Pollicino, una delle produzioni più importanti e premiate di Accademia Perduta interpretata da Claudio Casadio. Tratto dalla fiaba dei fratelli Grimm, uno spettacolo sulla sconfitta della paura. Pollicino è piccolo, ma la sua paura, grande, non lo annichilisce. Ciò che, al contrario, lo rende vincitore di fronte alle avversità della vita è la curiosità ed il suo coraggioso desiderio di conoscere la realtà, anche nei suoi aspetti più crudeli (domenica 24 gennaio alle ore 16). A chiudere la rassegna sarà La freccia azzurra di Gianni Rodari, proposta della Fondazione Aida. La vigilia dell'Epifania è una notte magica per tutti i bambini, che aspettano l'arrivo dei doni della Befana. Ma il povero Francesco rischia di rimanere senza il giocattolo da lui tanto agognato: un trenino chiamato "La freccia azzurra", perché i suoi genitori non hanno i soldi per la Befana. (domenica 31 gennaio alle ore 16).

 

Prezzi: 30 Euro (abb. intero), 20 Euro (ridotto per under 14 e over 65).

Info: 0543/64300 e www.accademiaperduta.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -