Forlì, tornano ad accendersi i "fugareni"

Forlì, tornano ad accendersi i "fugareni"

FORLI' - Tornano ad accendersi nel territorio forlivese i fuochi di fine inverno. L'antica tradizione dei "Lom a merz", o "fugareni", viene mantenuta in vita grazie all'impegno di numerosi Comitati di Quartiere che, con il coordinamento dell'Assessorato al Decentramento e Partecipazione, organizzano le serate insieme alle Circoscrizioni, alle parrocchie e all'Associazione culturale "E Sdaz".

 

In campagna, l'abitudine di accendere i falò con gli scarti delle potature e le sterpaglie caratterizzava gli ultimi giorni di febbraio e i primi di marzo. Le radici affondavano nei riti campestri dell'antichità e alimentavano il significato propiziatorio e benaugurante per i raccolti.

Dopo l'apertura di Barisano, il programma prosegue con l'appuntamento di sabato 26 febbraio a Villagrappa nel campo sportivo della Parrocchia (via del Braldo n. 24). L'accensione del falò avverrà alle ore 20.30 e a seguire, all'interno del Teatro Parrocchiale, è previsto un momento conviviale con pane e pancetta, ciambella, vin brulè e l'esibizione del Gruppo dei Pasqualotti di Forlimpopoli.

 

L'incontro successivo, sempre in orario serale, avverrà il 2 marzo a Villanova mentre il 3 marzo è previsto un doppio appuntamento a Magliano e nel quartiere "Pieveacquedotto e San Giorgio". Il programma proseguirà fino all'arrivo della primavera: il 18 marzo a San Marino in Strada, il 19 Marzo a Pievequinta (pomeriggio) e a Carpena (sera). Concluderanno il ciclo le sue serate del 20 marzo, quella organizzata dal Quartiere "Schiavonia-S. Biagio" e quella di San Tomè, e il 21 marzo a Ladino.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di fausto pardolesi
    fausto pardolesi

    scusate ragazzi, al fugareni, femminile, le focarine, non i fugareni.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -