Forlì, tracciabilità dei rifiuti. Confartigianato chiede la sospensione del Sistri

Forlì, tracciabilità dei rifiuti. Confartigianato chiede la sospensione del Sistri

Forlì, tracciabilità dei rifiuti. Confartigianato chiede la sospensione del Sistri

Confartigianato di Forlì appoggia la richiesta delle associazioni di categoria e delle cooperative di prorogare l'entrata in vigore del sistema di tracciabilità dei rifiuti Sistri, prevista per il prossimo 1 giugno. "Delle oltre 300 aziende aderenti - si legge in una nota - abilitate all'utilizzo del nuovo sistema, il 95% non è riuscito a realizzare la registrazione per motivi diversi: dall'impossibilità di accesso al sistema, al blocco dello stesso in più fasi del processo, all'interruzione del collegamento, sino alle segnalazioni di errori di software e di installazione di vari aggiornamenti".

 

"Il 5% degli associati che ha portato a termine una sola registrazione di carico, non completando la pratica con la parte relativa allo scarico e alla movimentazione, ha impiegato oltre due ore, contro i tempi stimati da 30 a 60 minuti per l'intero processo". Alberto Camporesi, responsabile del servizio ambiente di Confartigianato Forlì, spiega "c'è grande preoccupazione per l'esito totalmente negativo del click day di mercoledì, da cui è emersa l'impossibilità per gli operatori di completare la pratica per i rilevanti malfunzionamenti del software. Il sistema informatico predisposto per il servizio non è, infatti, stato in grado di far fronte alle richieste degli utenti, richiedendo tempi intollerabili per la quotidiana gestione di un'impresa." E conclude "le organizzazioni aderenti a Rete Imprese Italia, tra cui Confartigianato, chiedono con urgenza la sospensione dell'entrata in vigore del Sistri e un ripensamento dell'intero sistema."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -