Forlì: tracima la diga di Ridracoli, superati i 33 milioni di metri cubi

Forlì: tracima la diga di Ridracoli, superati i 33 milioni di metri cubi

Forlì: tracima la diga di Ridracoli, superati i 33 milioni di metri cubi

FORLI' - E' festa a Ridracoli per la tracimazione del lago artificiale di Ridracoli. A rendere ancor più spettacolare il fenomeno, favorito dalle abbondanti precipitazioni delle ultime ore, è arrivata anche la neve. L'acqua ha superato il livello delle paratie più alte della diga domenica mattina, iniziando la sua spettacolare caduta da un'altezza di 104 metri. La precedente tracimazione si era verificata il 28 marzo dello scorso anno, dopo un lungo digiuno di due anni.

 

L'accumulo del bacino che ‘disseta' tutta la Romagna è cresciuto con continuità per tutto l'autunno grazie alle piogge e alle generose nevicate sui rilievi. Il livello dell'acqua ha toccato quota 557,3 metri; mentre il volume dell'invaso è di oltre 33 milioni metri cubi. Sono buonissime notizie in vista dell'estate, quando la Riviera romagnola esigerà una fornitura più elevata.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La diga venne costruita fra gli anni 1974 ed il 1982 con la finalità di fornire di acqua un milione di persone della pianura e della riviera Romagnola. L'invaso artificiale si allunga per oltre tre chilometri all'interno del Parco nazionale delle foreste Casentinesi, fra il monte Falterona e Campigna.

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Finch'è non si risolve il conflitto d'interessi tra Hera e Romagna Acque non ci sarà mai una oculata gestione dell'acqua, soprattutto a vantaggio dei cittadini. Oggi non conta la qualità del prodotto erogato, ma i dividendi di Hera ed i sindaci sono schierati a difesa di questi ultimi, dimenticando che il loro ruolo dovrebbe essere quello di difesa dell'interesse del cittadino. Così si spreca l'acqua buona di Riudracoli e si continua ad erogare l'acqua cattiva dei pozzi.

  • Avatar anonimo di Marc
    Marc

    In periodo,climatologicamente parlando, di vacche grasse, sarebbe opportuno: 1) riuscire a raccogliere almeno una parte dell'acqua che tracima 2) e soprattuto, e qui mi rivolgo agli amministratori pubblici (ai Sindaci in primis...), quando arriverà il periodo estivo NON ATTENDERE che i fiumi siano vergognosamente secchi per emanare degi inutili provedimenti di divieto di prelievo di acqua !!!!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -