Forlì, trasformano via Giorgio Regnoli in un ring. Scazzottata tra due marocchini

Forlì, trasformano via Giorgio Regnoli in un ring. Scazzottata tra due marocchini

Forlì, trasformano via Giorgio Regnoli in un ring. Scazzottata tra due marocchini

FORLI' - Via Giorgio Regnoli come un ring. A fronteggiarsi, nel cuore della nottata tra martedì e mercoledì, due marocchini, uno di 50 anni e l'altro di 32, entrambi in regola con il permesso di soggiorno e residenti a Forlì. Un violento corpo a corpo sui san pietrini a poche centinaia di metri dalla statua di Aurelio Saffi degenerato per colpa dell'alcol. Nessuno dei due si è arreso, mandando giù i tremendi colpi e incassando qualche ammaccatura sul sopracciglio e al naso.

 

Le Volanti della Questura di corso Garibaldi hanno indossato per l'occasione i panni dell'arbitro, bloccando l'occasionale match. I due si erano già fatti conoscere in passato dalle forze dell'ordine per futili motivi. Vecchi rancori nati per una birra non pagata e che potrebbe finire con l'ennesima denuncia, anche se per il momento nessuno dei due ha sporto querela.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La scazzottata è l'ultimo degli episodi di degrado nella centralissima via Regnoli. L'ultimo risale allo scorso weekend quando un giovane senegalese, annebbiato dai fumi dell'alcol, ha aggredito una pattuglia dei Carabinieri.

Commenti (24)

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    @matterello Continua a scrivere idiozie e quello con problemi sarei io?

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    E' naturale che andando in piazza Saffi di sera si incontri poca gente, Gim, lo dici anche tu: c'e' UN solo locale aperto. Dove ci sono piu' pub e locali la gente c'e', magari in questo periodo non e' per le strade perche' fa freddo, ma dentro si'. Come dice vico piu' sotto e' difficile fare qualcosa per la nostra città, perche' il forlivese medio quando esce va a fare il fighetto a Milano Marittima, non sta qui. Poi certo, lamentarsi e' facile.

  • Avatar anonimo di ilmatterello
    ilmatterello

    Mister Gim, sarò anche un idiota ma lei ha proprio dei problemi seri. Perhè non si fa visitare? così almeno la potranno aiutare dove proprio non riesce ad arrivare. saluti. ilmatterello.worpress.com

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    @Vico Onestamente tutta questa gente non l'ho vista...venerdì 17 dicembre abbiamo organizzato in centro la cena aziendale (in corso garibaldi). Ho attraversato piazza Saffi alle 20,00 circa e alle 22,30 circa e avrò incontrato tra il si e il no una decina di stranieri. Stessa cosa giovedì 23 dicembre, cena con gli amici all'argentino...si, lì intorno la serata era viva, ma la piazza era desolata (basti pensare che in piazza Saffi c'è un'unico locale aperto di sera) Per non parlare poi delle attività commerciali che chiuduno e non si rinnovano....sarà sempre colpa dei "forlivesi"???? Non conosco le politiche di Cesena o di Ravenna, ho solo potuto appurare che i centri sono vivi e rigogliosi, conosco invece quella di Rimini che, purtroppo a scapito delle zone periferiche, ha investito tantissimo per il prorpio centro, sopratutto con azioni di controllo....(parliamoci chiaro, un cinese o un africano che apre un'attività in centro è solo un danno e questo perchè ci sono tanti, troppi "boccaloni" che urlano all'integrazione, mentre in realtà pensano "mogli e buoi dei paesi tuoi). Per non parlare poi di agevolazioni ai commercianti, mostre importanti, eventi culturali ed enogastronomici e tutto ciò non è nato dall'oggi al domani, bensì con una strategia paziente e costante. Se in corso graibaldi a Forlì un povero disgraziato verso le 11 di sera esce da un locale per fumarsi una sigaretta ed inizia a parlare con un amico, è probabile che dopo 10 minuti arrivano i vigili urbani a stilare verbali (è successo poco tempo fa a dei miei amici)...questo è terrorismo, oltrechè mala gestione.

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    @matteo Non è un problema politico, bensì strategico. Da ormai 20 anni le amministrazioni forlivesi hanno palesemente sbagliato strategia, investendo poco e male per la salvaguardia del cuore di Forlì. Se poi aggiungiamo i comportamnenti sconsiderati dei disonesti ipocriti, ossia di coloro che danno del disonesto e del delinquente a chissa'chi eppoi affittano 40 mq di appartamento in centro a 10 cinesi o nordafricani o albanesi a cifre fuori mercato e mai denunciate all'erario.....

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    Che centra la mia famiglia...mah! Quiesto lo reputo senza se e senza ma un commento da idioti. Ed il ghetto...via G.regnoli diventerebbe un ghetto se Vi confinassimo un'intera etnia (non certo ebraica) e lì li rinchiudessimo. Sarai anche di Forlì, ma il significato di alcuni termini ti sfuggono.

  • Avatar anonimo di cesare b.
    cesare b.

    Non ci capiamo...a Forlì non c'è nessun problema, è un invenzione del centro-destra forlivese. Cmq ha ragione vico la colpa è di Berlusconi.

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    @Gim in fondo, a differenza di lei, le riconosco buona fede, nelle cose che dice. Purtroppo sbaglia, sicuramente perchè vorrebbe una città migliore di quello che è. Tuttavia dice cose palesemente scorrette. Forlì, oggi sta decisamente meglio di 30 anni fa. Si faccia un giro di sera in centro lo troverà pieno di giovani, sia in corso Garibaldi, che in via dell'Aste. Vada all'Abbey, o passeggi il sabato in centro. Lo faccio e incontro + gente di 30 anni fa (poca comunque). Perche veda, mio padre ha due negozi in centro a Cesena, e se il sabato mi mettevo fuori dal negozio (è in corso Sozzi) ci incontravo tutta Cesena. A Forlì checchè ne dica lei, fatti salvi i Ciellini nel Rialto ppiazza è un po' di fighetti daventi alla pasticceria del Corso, tabula rasa. Oggi Forlì non ha i locali di Cesena (perchè il forlivese li fa chiudere, perchè se vuole un posto sborone va a Milano Marittima) ma la gente sì. E poi mi dica, se vuole sostenere le sue teoria, quali sono state le politiche di Cesena, Ravenna o Rimini migliori rispetto a quelle di Forlì? Cos'hanno fatto di diverso per la loro città gli amministratori? (tenga conto che ho lavorato per 10 anni a Cesena, vivendoci pure e non mi è sembrato tanto + avanzata di noi.

  • Avatar anonimo di ilmatterello
    ilmatterello

    Certo che sono di Forlì. Nel mio commento non ho affermato che via g.Regnoli sia un ghetto, ma potrebbe diventarlo e dopo sarà molto più difficile risolvere la situazione. Caro gim impara ha riconoscere i commenti non proprio disinteressati da quelli che cercano di essere il più possibile obbiettivi. Tanto che siamo per strada ti avviso sin da ora che non ho ne' ho mai avuto incarichi amministartivi ne' politici. E come ho già detto in un altro commento: così spero di te e ditutta ta tua famiglia. ilmatterello@alice.it

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    A me fanno ridere quelli che pensano che per risolvere i problemi di una città bisogna farla amministrare da quelli che stanno dalla parte opposta di chi c'e' in quel momento, a prescindere da chi essi siano. Specialmente quando l'opposizione non ha una briciola di proposta concreta, ma va avanti a slogan e urla. Tornando in tema, bisognerebbe solo aumentare poliziotti e carabinieri in giro per la citta', dire il contrario e' da incoscienti. L'opposizione potrebbe sollecitare i ministri competenti, se ne avesse voglia.

  • Avatar anonimo di signorG
    signorG

    sono stati capaci di rivotare gente che ha inquinato le nostre terre, rubato denaro pubblico in società partecipate inutili (sapro), sanità, aeroporto, ecc. un popolo di mariti che si tagliano le p***e per far dispetto alla moglie: ecco i forlivesi! @ Vico: del resto i problemi di questo territorio sono l'immagine di chi li amministra. dare la colpa a terzi che non c'entrano minimamente è davvero puerile. ma costa tanto fare mea culpa e dire "stiamo sbagliando, ci apriremo il C**o per rimediare"?

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    Caro pernacchio, le tue parole mi danno sollievo e speranza, ma sino a quando saremmo amministrati, gestiti e consigliati da perfetti ipocriti, non vedo via d'uscita.

  • Avatar anonimo di pernacchio
    pernacchio

    C'è poco da fare! Qualsiasi forlivese che abbia un minimo di onestà intellettuale e non si debba, per calcolo e per opportunismo, inchinare alle ideologie e al partito preso (destra, sinistra, centro, poco importa...) può affermare senza tema di smentita che la politica della pubblica amministrazione in materia di gestione del centro storico è stata male affrontata ed è miseramente fallita. Inutile fare paragoni. La realtà è che OGGI la città di Forlì è - con tutta evidenza - in una situazione di degrado e di presenza tracotante e arrogante di clandestini e sbandati che non ha eguali nelle città romagnole limitrofe (anche con amministrazioni di uguale colore politico). Questo perché siamo stati governati per decenni da INCOMPETENTI che pensavano soltanto a fare i propri affarucci di bottega fregandosene dei reali interessi dei forlivesi, della città e del centro storico. E perchè lo stesso hanno fatto strutture sociali e religiosi di accoglienza che hanno il solo scopo di lucrare su appetitosi contributi economici. In questo non c'è nessuna differenza con quello che fanno adesso altri personaggi politici. Cominciamo tutti a dire le cose come stanno e chissà che gli onesti (intellettualmente e moralmente) non finiscano per averla vinta con tutte queste ipocrisie strumentali e di comodo.

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    Tornando a quello che secondo me l'ipocrisia è il vero male del millennio..... @ilmatterello Ma come riesce a defifinire "ghetto" o "zona a rischio" la Via Giorgio Regnoli di Forlì????? Lei non è di Forlì, giusto? @vico Ma non è stanco di cavalcare le "stupidaggini" della città più tranquilla d'Italia o che negli anni 80 scippavano sua madre per poi, tanto per cambiare, dare la colpa al governo? Ceesena, Faenza, Ravenna, Rimini hanno forse centri storici ghettizzati e abbandonati come quello di Forlì? Sono forse amministrate da giunte di centro destra? Quiindi?? Ebbasta ipocrisia.....

  • Avatar anonimo di cesare b.
    cesare b.

    Non è vero a Forlì non succede niente di male, la colpa è della destra che crea allarmismo inutile. Dobbiamo accogliere gli immigrati non importa se lavorano o meno, l'importante è accogliere tutti e sempre.

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    Ormai sono anni che anche in questo forum denunciamo/denuncio la VERGOGNA delle amministrazioni "cattocomuniste" di questa città. 25 anni fà, il sabato pomeriggio in particolare, i forlivesi, ma non solo, si riversavano in centro dando vita alla città. Oggi Forlì è MORTA e questo grazie al male del millennio, L'IPOCRISIA!!!!!

  • Avatar anonimo di ilmatterello
    ilmatterello

    Il problema dei ghetti e delle zone a rischio ordine pubblico nelle città è sempre esistito in rutti i paesi e latitudini. Non per questo va tollerato. E' evidente che il fenomeno integrazione e concentrazione non vanno daccordo, l'America che ha vissuto il fenomeno prima di noi è li come testimonianza. Il comune ha investito, a più riprese, più denaro pubblico in via g.regnoli che in altri corsi della città senza raggiungere un risultato ottimale. Ieri, volutamnete ci sono passato, e ho notato, facendo leva sulla mia memoria storica che per quanto riguarda i negozi sono più o meno quelli di una volta. Uniche eccezioni una ferramneta in meno, un kebab(?) in più e un internet point in più. Altra cosa notata una certa quantità di ragazzotti, neanche tanto numerosi, che stazionano nei pressi. Conclusione, se si vuole uscire dalla autosuggestione collettiva che sembra essersi impadronita di molti, non mi sembra che con due o tre iniziative mirate il fenomeno non si possa arginare anche se non eliminarlo del tutto. Un po' di strumentalizzazione in meno e concretezza in più non farebbe male. Politica della casa, controlli sistematici, telecamere, operatori civici ecc.possono in parte arginare. Per chi non ha ventanni vorrei ricordare che questi fenomeni esistevano anche in passato( 20 o 30 anni fa';) prima nella zona do Ca'Ossi e poi alla Cava. Ora il fenomeno è quasi scomparso con tipologie di insediamenti diversi. Non possiamo dimenticare che il fenomeno della concentrazione di etinie in aree ben precise obbedisce ad un criterio molto semplice, quello della economicità degli affitti. Perchè non dare questi affitti vantaggiosi sparpagliando il tutto per la città. Mi immagino le reazioni, i soliti previlegi per gli extracomunitari ecc. A loro dico, quanto ci costa la situazione attuale? e perchè dobbiamo sempre considerare antagonisti i bisogni degli stranieri da quelli degli italiani?. ilmatterello.wordpress.com

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    Se si dovessero chiudere i luoghi in cui si esercita il meretricio, credo che una villa di Arcore sarebbe prioritaria, rispetto a corso Regnoli. Quanto a definire Bronx una via perchè c'è un ubriaco che da in escandescenze e due che fanno a cazzotti, mi pare, francamente eccessivo. Ricordo bene quando a Forlì c'era il problema microcriminalità, con i tossici in piazza. erano gli anni 80, mia madre lavorava alla sip e venne scippata 2 volte in 6 mesi. Mi sembra che oggi vada decisamente meglio. Adesso la nostra città è tra le più tranquille d'Italia. Certo se il governo Berlusoni non avesse tagliato i fondi per la sicurezza (vedasi proteste dei sindacati di polizia di destra,non del siulp) ci sarebbero più pattuglie di notte...

  • Avatar anonimo di margot
    margot

    ok...avete ragione sulla via Giorgio Regnoli...ma diciamo che il centro è tutto così... secondo me l'amministrazione comunale dovrebbe investire su un bel pò di manto stradale...il modo tale che rifacciano la strada lasciandoci sotto tutti i vari negozi di extracomunitari sporchi e maltenuti... piantando successivamente FIORI..facendo rinascere un bel pò di strade ...sulla via Giorgio Regnoli funzionerebbe!Ci sono ancora dei bellissimi negozi attivi da una vita che funzionano.. avete voglia di dire che dobbiamo tenerceli in casa questi nullafacenti sfascia città...A CASAAAAAAA!!!!CON UN BEL GOMMONE!

  • Avatar anonimo di simy
    simy

    ragazze vestite in modo indegnoi ormai si trovano ovunque e non solo li....adolescenti e non. per il fatto della prostituzione il lavoro in casa è diffuso ovunque,quindi non solo problema della via.(non vi è mai venuto il dubbio su tutti i centri massaggi che aprono???) io metterei qualche bel farò (vedere criminologia ambientale) chiuderei il vicolino-bagno(fa schifo). ma quelli in comune che curano le pratiche dei negozi non possono far nulla per come dice il mess sotto per evitare di creare un ghetto? peccato era cosi bella come via

  • Avatar anonimo di ventrellapino
    ventrellapino

    UNA STRADA CHE VENTI ANNI FA INVOGLIAVA A PASSEGGIARE OGGI NONOSTANTE ARTISTICAMENTE SIA RIMASTA UNA BELLA ZONA DEL CENTRO STORICO NON SI HA IL CORAGGIO DI PRATICARLA PER QUESTA GENTE,NON NE POSSIAMO PIU'....

  • Avatar anonimo di signorG
    signorG

    secondo me bisognerebbe iniziare a cercare un'alternativa all'edilizia popolare in pieno centro. quello è un ghetto a tutti gli effetti, con l'aggravante che essendo in pieno centro e pure popolato da una buona percentuale di gente incivile risulta ingovernabile.questo nel medio-lungo termine. nell'immediato, controlli rigidissimi ad ogni ora del giorno e della notte, all'esterno e anche all'interno di locali e appartamenti ritenuti sospetti (nei limiti della legge). e poi, basta ipocrisie! i delinquenti stiano in galera, e se stranieri nelle loro prigioni!

  • Avatar anonimo di @rmy
    @rmy

    Questo problema riguarda già diverse zone di forlì, solo che son più discreti.... e quando li prendono.... essendo nullatenti e non avendo nulla intestato..... gli danno un pizzicotto e gli chiedono di non farlo più....

  • Avatar anonimo di Emanuela_
    Emanuela_

    Le Forze dell'Ordine fanno fatica a mantenere l' ordine. Via Giorgio Regnoli: dopo le ore 18 cambia. Dopo le ore 20 peggiora. Via Regnoli ? Giovani ragazze italiane e straniere semi-nude; giovani ragazzi che, tra una telefonata e un panino, si occupano di spacciare droga. Alcol. Urla. Risse. Prostituzione. Manuela Tre possibilità: 1) Introdurre nuove telecamere nei “ punti caldi ” della via e tenerle accese ! 2) Posizionare, almeno, un mezzo con agenti della Polizia Municipale, nei pressi dei bar e dell’ Internet Point ! 3) Eliminare la concentrazione di bar e kebab in via Regnoli, posizionando alcuni bar e kebab in altre zone della città! In alternativa, disporre chiusure anticipate entro le ore 22 ! Tale situazione non favorisce una sana integrazione multietnica, ma crea un ghetto. Sindaco, intervenga ! Faccia capire ai forlivesi, che questo problema in futuro riguarderà tutti qui a Forlì: estendosi come una macchia d’ olio !

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -