Forlì, tripudio in piazza Saffi per il pranzo patriottico: "Siamo esempio per l'Italia"

Forlì, tripudio in piazza Saffi per il pranzo patriottico: "Siamo esempio per l'Italia"

Forlì, tripudio in piazza Saffi per il pranzo patriottico: "Siamo esempio per l'Italia"

FORLI' - Oltre mille persone hanno riempito piazza Saffi sabato mattina per il pranzo patriottico, la rievocazione voluta dal sindaco Roberto Balzani in occasione del 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia. Quattro cortei sono giunti in piazza provenendo dai quattro corsi principali, in un tripudio di brani risorgimentali suonati a turno dalle bande cittadine. All'arrivo dei quattro cortei, è stato l'inno nazionale ad aprire ufficialmente il pranzo, suonato assieme dalle bande e cantato dai mille presenti in piazza Saffi.

 

> TUTTE LE FOTO DEL PRANZO PATRIOTTICO

> I VOLONTARI

 

A seguire il saluto del sindaco Balzani, al termine del quale, tra gli applausi e sotto il sole battente, il suono di una vecchia sirena proveniente dalla campagna forlivese ha dato il via al pranzo. Tanti cittadini comuni hanno pranzato sotto lo sguardo vigile di Aurelio Saffi, ma anche molti cittadini noti, a cominciare dal prefetto Angelo Trovato. Assieme a lui anche il vescovo monsignor Lino Pizzi e il vice presidente della Provincia, Guglielmo Russo.

 

"Abbiamo fatto qualcosa di unico - ha detto il sindaco Balzani - che nessuno in Italia ha fatto". Clemente anche il meteo, che nonostante le previsioni non ottimistiche ha risparmiato Forlì e assicurato alla manifestazione un regolare e festoso svolgimento.

 

Il pranzo patriottico è la rievocazione di quanto avvenne nel 1849 nella città romagnola, unico caso di così rilevanti dimensioni nell'intera penisola allora divisa in vari Stati, si svolse un grande banchetto che coinvolse un migliaio di commensali uniti da un duplice sogno: l'Italia unita e la Repubblica. Una ricorrenza oggi celebrata e attualizzata, anche sulla scorta di quanto disse il presidente della Repubblica di Forlì, Giorgio Napolitano, a gennaio in occasione della sua visita in città: "Forìl sia da esempio per l'Italia".


Forlì, tripudio in piazza Saffi per il pranzo patriottico: "Siamo esempio per l'Italia"

Commenti (26)

  • Avatar anonimo di Effe
    Effe

    E' chiaro che il costo comprende tutto. A parte i volontari, che appunto non andavano pagati: c'erano le strutture, i bagni, il servizio audio e tutto il resto. Capisco che sia difficile da capire ma tutte le opere vanno pagate.... A parte questo mi sembra ovvio che finché la politica viene considerata alla stregua di un campo da calcio rimane impossibile anche solo parlare. Peccato perché anche in altre città, con guida centro destra, si sono fatte belle manifestazioni e qua si continua in uno scontro di fine '800.

  • Avatar anonimo di Sor Perozzi
    Sor Perozzi

    @Venticinque76 spero non si offenda se considero la partecipazione della sua non meglio specificata Associazione come non sufficiente a rendere l'evento apartitico e/o apolitico. spero anche si vergogni almeno un pochino della sua sbruffonata, tanto goffa quanto infantile... mi ha davvero terrorizzato con la sua affermazione truce e minacciosa, sa? @Zampanò trovo singolare che lei veda "abuso di retorica" nelle critiche ad un evento che era basato esaclusivamente sulla retorica medesima. lei no?

  • Avatar anonimo di signorG
    signorG

    ciò che è mancata è la coerenza: non ci si può lamentare di essere a corto di baiocchi e buttarli in un'iniziativa del genere! si cerca il modo di fare un'iniziativa patriottica (peraltro un'idea di comunità giustissima e condivisibilissima) senza bisogno di sperperare, o comunque cercando di coprire del tutto i costi senza bisogno che il comune sborsi (come fanno in tutte le feste primaverili di associazioni o parrocchie).

  • Avatar anonimo di Stefano S.
    Stefano S.

    @Gim BRAVO! Mi sembra di capire da questo "ciacolare" che nessuno dei vari commentatori abbia un piffero di idea di come fossero le cose. Io c'ero, PAGANTE, ed ho visto. Non sono un PD se mi credete. Credo di poter dire di essere solo uno schifato dai partiti che cerca di usare la sua testa ed evita discorsi "precotti". Come ho mangiato? Male. Solo il vino della cantina sociale di Forlì ed i biscotti erano buoni. Pasta scotta, patate digerite la mattina dopo l'arrosto ... no comment. La manifestazione? Ad uso e consumo di RBKing e delle sue ....amiche (guardate le foto dei giornali e capirete). Giudizio? COMUNQUE POSITIVO. Si è fatto qualcosa che ha aiutato chi non aveva come me una prospettiva "speciale" a sentirsi più forlivese, più italiano e più partecipe ad una NAZIONE. Non credo sia poco pur rimanendo i giudizi poco positivi.

  • Avatar anonimo di livio76
    livio76

    C'è nessuno che ha fatto i conti giusti o meglio cosa è venuto a costare il pranzo "pro capite"? Euro 8 per 1.100 persone (i pranzi serviti sono stati ben 1.252) fanno euro 8.800. Aggiungiamo gli sponsor euro 20.000 e l'obolo comunale di euro 17.000 fanno un totale di euro 45.800. Ora se dividiamo questo totale per le 1.100 persone che hanno pagato, risulta un costo cadauno di euro 41,63 a cranio (euro 36,58 se si considerano anche gli "ospiti"). Non pensate che con quella cifra si mangiava anche in un ristorante a 3 stelle e con scelta delle portate che ognuno desiderava? Un piatto di maccheroncini impasticciati, due fette di arrosto di vitello (?) con patate, frutta di stagione, biscotti tricolori (ottimi) e bevande al costo di euro fra 36 e 41 e con tutto il volontariato che c'è stato........ Senz'altro qualcuno ci ha fatto la cresta, ma era il pranzo pattriottico e questo aggiusta tutto. P.S. - Era comunque tutto OK! Speriamo anche nel 2012 .

  • Avatar anonimo di Zampanò
    Zampanò

    Alcuni commenti mi fanno davvero spataccare... Si critica a casaccio cambiando argomenti e obiettivi con un abuso colossale di retorica. Va bè dai, tanto chi non è accecato dal perenne attivismo politico ha capito bene il senso della festa...

  • Avatar anonimo di materazzi
    materazzi

    Anche se si fossero spesi solo 40.000 euro sarebbe stata cosa buona e giusta distribuire quella cifra a chi per sfortuna un pranzo è costretto a saltarlo spesso, penso alle tante famiglie in difficoltà, agli anziani con pensioni al minimo, agli emarginati,ai disoccupati, ecc ecc. In questi momenti così difficili sarebbe veramente bello che un'amministrazione usasse risorse e uomini per dire anche una sola volta ..abbiamo raccolto 40.000 euro extra, servivano a finanziare una festa ma li distribuiremo a chi ne ha più bisogno,....se quel Sindaco avesse anche una sola volta all'anno un'idea del genere potrebbe pure risparmiarsi la fatica di una dura campagna elettorale, sarebbe premiato!!, eccome che lo sarebbe!!. Ricorrenze o meno ritengo che oggi ci sia ben poco da festeggiare e da sperperare , sarebbe auspicabile che il Sig Balzani destinasse ogni singolo euro al sociale , cercando di riempire quelle pance che piene non sono.

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    C'è una cosa che ancora non ho capito....MA COME AVETE MANGIATO?? BENE O MALE? E COSA?

  • Avatar anonimo di FrancoSe
    FrancoSe

    pur apprezzando l'iniziativa, non mi tornano i conti 8 euro x 1100 paganti + 20.000 euro (sponsor) + 17.000 euro (Comune di Forli) = circa 45.000 euro (?!?!??!?!) mi pare francamente troppo.

  • Avatar anonimo di Venticinque76
    Venticinque76

    la foto 17 dice che Balzani ha un fazzoletto da Garibaldino, come scritto sul retro. Non è sata una festa di partito, diversamente non ci sarebbe stata la mia Associazione, che vieta, per statuto, lo schieramento partitico. Mentre sollecita la partecipazione politica, che è ben diverso ed è il motivo per cui abbiamo partecipato all'evento. Se dicessi a qualcuno della mia associazione che tu li assimili al PD, non vorrei vedere la condizione in cui ti ridurrebbero. Saluti 25

  • Avatar anonimo di Sor Perozzi
    Sor Perozzi

    17.000 euro? 17.000 euro?? 17.000 euro???! per un pranzo "di partito" su prenotazione, con disagi per la cittadinanza e indotto dallo scarso al nullo per l'economia? credo che la foto nr. 17 dica un po' tutto...

  • Avatar anonimo di minotauro
    minotauro

    condivido pienamente il commento n.9, e tutti quelli che criticano dovrebbero informarsi meglio....saluti!

  • Avatar anonimo di R_I_C_K_
    R_I_C_K_

    beato chi si è divertito e ha avuto la fortuna di essere contento di festeggiare questa iniziativa..

  • Avatar anonimo di Michelangelo Merisi
    Michelangelo Merisi

    ...vabbé...

  • Avatar anonimo di Zampanò
    Zampanò

    Io ho fatto il volontario, e lo dico con totale sincerità, mi sono divertito da morire. C'era tantissima gente con una gran voglia di festeggiare e di fare amicizia, io stesso ho riso e scherzato per ore con tante persone di tutte le età. Sarebbe davvero bello se questo pranzo patriottico potesse essere ripetuto e perchè no diventi una consuetudine, in modo tale da ritrovare ancora tante persone che festeggiano il nostro Paese non solo nel 150esimo anniversario.

  • Avatar anonimo di Niria
    Niria

    Io vengo da Savignano, ho pagato 8 euro e ho prenotato per tempo insieme ai miei amici, ed è stata una splendida giornata. Chi critica dovrebbe come minimo informarsi!!!!

  • Avatar anonimo di Namaka
    Namaka

    Il pranzo era aperto a tutta la cittadinanza, lo sapevo pure io. Io non ci sono andata ma so che ci si prenotava in comune. Non è che vi siete pentiti di non aver partecipato e ora state a rosicare? E' stata una rievocazione e mi dispiace vedere che i miei concittadini (e a questo punto mi chiedo se lo siete davvero) rifiutano un evento che è stato unico a Forlì nel passato e oggi. Ora se ci stavano le orchidee e lo champagne per fare una festa abbastanza glamour da soddisfarvi ve ne uscivate che chissà quanti soldi erano stati spesi. Qui invece gran parte del lavoro è stato fatto da volontari come si vede nelle foto.........ma piuttosto dare una mano all'evento no, vero? Troppa fatica? Si fa meno fatica a lasciare scorrere le mani su una tastiera….giusto?

  • Avatar anonimo di mtvaccari
    mtvaccari

    Se la gente che scrive prima leggesse anche le notizie che commenta saprebbe come è stata organizzata, quanto è costata l'iniziativa e come è stata pagata perchè queste notizie sono state pubblicate su tutti i giornali locali e discusse anche in consiglio comunale. Dal 3 al 21 maggio chi voleva partecipare si poteva iscrivere presso lo IAT di Piazzetta della Misura versando 8 euro a persona (1100 paganti).Gli sponsor hanno messo 20.000 euro, il Comune i restanti 17.000. I posti erano assegnati in ordine di iscrizione e quindi sostanzialmente in modo casuale perchè io non sapevo chi ci fosse prima o dopo di me. Questo è l'anno del 150 dell'unità d'Italia. Forlì e dintorni hanno contribuito con Saffi e tanti altri in modo determinante a costruire questa Unità e penso sia giusto e doveroso ricordarlo (anzi farlo sapere ai tanti che non lo sanno) e rendere onore. Questo evento ha coinvolto migliaia di persone tra chi ha partecipato al pranzo, scuole, volontari, associazioni di tutti i tipi (dalla banca del tempo agli scout). Chi disprezza e critica non sa e non c'era. Perchè quella che si respirava in piazza ieri era una atmosfera di autentica gioia dello stare insieme per ribadire che l'Italia è una e indivisibile. Certo che siamo tutti allenatori della nazionale e abbiamo tutti in testa la formazione per vincere il mondiale. E sicuramente ognuno avrà la sua idea diversa su quali iniziative fare per la nostra città: qualcuno ha esultato per il ritorno del concerto di Radio Bruno. Io penso che quello che è accaduto ieri sarà ricordato da tutti coloro che vi hanno partecipato per sempre e sarà scritto anche nei libri di storia (come lo fu quello del 1849) e avrà reso tutti più ORGOGLIOSI di essere forlivesi. Non ci vedo niente di male, anzi. E visto che tra 150 anni forse non ci sarò, sono ben contenta di esserci stata ieri!

  • Avatar anonimo di Michelangelo Merisi
    Michelangelo Merisi

    ma scusi, mtvaccari, i giovani del PD non li metta nel novero dei giovani presenti! Sinceramente, l'iniziativa se pur con un richiamo ad un evento cittadino del passato,era davvero una tristezza!!! Poi, per carità, dal fare nessuna iniziativa a farne di tristi, sempre meglio queste ultime, ma addirittura essere così orgogliosi?!? C'è rischio di sembrar "orgoglioni" ;)

  • Avatar anonimo di piras
    piras

    E' paradossale che chi rinfaccia al sindaco la spesa per un evento coinvolgente per la citta', il centro storico e la cultura, in occasione del150 esimo, subito dopo auspica una spese 5-10-20 volte piu' alta per, udite udite, una squadra di basket. Sono appassionato di basket da 35 anni(facevo la fila sui gradoni del Rominti per vedere Griffin, Hackett e Cordella) ma non mi sognerei di sprecare un centesimo pubblico per questa passione. Ci sono asili, case, sussidi da trovare e questi pensano al basket comunale...

  • Avatar anonimo di Kenzo
    Kenzo

    Ma Signora Vaccari, non dubito che sia stata una giornata interessante ed evocativa. mi chiedo però quali siano stati i criteri di convocazione dei cittadini "comuni" e "noti". secondariamente, visto che Lei c'era, ha versato una sorta di quota o tutta l'organizzazione è avvenuta a spese del comune, ovvero nostre? non discuto l'opportunità dell'iniziativa, così come il problema non è denigrare o sminuire. ma quanto è costato? chi ha deciso gli inviti? Non crede, a quasto punto, che una festa civica aperta a tutti i forlivesi (altrettanto fattibile) non sarebbe stata altrettanto "patriottica", o "d'esempio", magari prevedendo anche un contributo individuale per ogni partecipante?

  • Avatar anonimo di signorG
    signorG

    ##Davide## sindaco!!!

  • Avatar anonimo di ##Davide##
    ##Davide##

    chi ha pagato il conto per 'sta minchiata? Spero il sindaco li abbia tirati fuori di tasca sua, almeno. PS: a fine aprile al palafiera eravamo 5000, di forlivesi, gentile mtvaccari, visto che sembra essere vicino al sindaco, potrebbe ricordargli che è anche assessore allo sport? Grazie.

  • Avatar anonimo di materazzi
    materazzi

    Con l' arrivo della stagione estiva ecco il primo festival dell'Unità, quest'anno direttamente in piazza e pagato da tutti noi. Il fortunatissimo mtvaccari ( uno dei mille ) ci sa anche dire quante decine di migliaia di euro tutto questo ci è costato?.

  • Avatar anonimo di mtvaccari
    mtvaccari

    Caro Annibale quante boiate è riuscito a dire in poche righe! Evidentemente non c'era perchè è stata una splendida giornata di sincero entusiasmo Le persone che erano lì di tutte le età, anche tantissimi giovani, e tantissimi volontari hanno potuto condividere un autentico momento di senso della comunità Provi a chiedere in giro a chi c'era e saprà che si sbaglia di grosso E in un momento storico in cui proprio coloro che ci governano offendono e disprezzano quotidianamente le istituzioni che presiedono e di conseguenza gli stessi cittadini che li hanno votati per assumere quel ruolo, momenti come questi restituiscono a tutti noi il senso positivo di essere parte di una comunità. Forse la fa parlare l'invidia di non aver partecipato ad un evento fortemente voluto dal Sindaco Balzani, che alcuni hanno tentato di sminuire, e che invece è riuscito alla grande e io posso con orgoglio dire insieme ad oltre mille miei concittadini "IO C'ERO!"

  • Avatar anonimo di Annibale II°
    Annibale II°

    Se questo è l'esempio....diciamo che non è molto edificante... I volti dei soliti noti (mangiare fa parte del loro DNA), persone anziane (trasfigurazione della ns.società), qualche ragazzino messo lì a forza. Tutto cio' fa veramente tristezza. Ieri sera verso le 22,45 con amici volevamo fare una passeggiata in piazza...ma lavavano la pavimentazione del porticato....; ppoi abbiamo capito il perchè......i boiardi non potevano sporcarsi le suole.... siamo sempre più banana's republic

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -