Forlì, truffa del gasolio: le Fiamme Gialle di Milano denunciano un forlivese

Forlì, truffa del gasolio: le Fiamme Gialle di Milano denunciano un forlivese

Forlì, truffa del gasolio: le Fiamme Gialle di Milano denunciano un forlivese

FORLI' - Truffa del gasolio: denunciato il titolare di un'azienda forlivese. L'inchiesta, condotta dalla Guardia di Finanza di Milano, riguarda la commercializzazione di 14 milioni di litri di gasolio messi in commercio nel nord Italia evadendo l'Iva. In totale sono state  denunciate sei persone con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale. I militari parlano di emissioni di fatture false per 16 milioni di euro. La frode all'Iva ammonta a 3 milioni di euro.

 

L'indagine, coordinata dai pm Letizia Mannella e Sandro Raimondi, ruota attorno all'attività di una ditta bresciana specializzata nella distribuzione dei combustibili, e a cinque società intestate a prestanome - in un caso, a un ottantenne - e fatte passare per esportatrici di gasolio, e amministrate dagli arrestati. In realtà, erano "cartiere". In altre parole, società fittizie che acquistavano i prodotti petroliferi senza Iva, per poi riscuotere l'imposta nel successivo passaggio di vendita.

 

Gli arrestati, scrive il gip Fabrizio D'Arcangelo nelle 70 pagine di ordinanza di custodia cautelare, "hanno dimostrato nei fatti per cui si procede un'indubbia abilità e un'elevata professioanlità nel realizzare sistematiche negoziazioni di idrocarburi in regime di evasione di imposta, ricorrendo a un'articolata trama di conti correnti, di effetti cambiati e all'interposizione di alcuni schermi societari privi di reale struttura".

 

In alcune circostanze, la documentazione veniva distrutta, così da rendere più complessa la ricostruzione dei passaggi tra la ditta di distribuzione del gasolio e le società di intermediazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -