Forlì: truffa, ricettazione e falso. Denunciata badante cosentina

Forlì: truffa, ricettazione e falso. Denunciata badante cosentina

Forlì: truffa, ricettazione e falso. Denunciata badante cosentina

FORLI' - Si era disfatta di una vecchia ‘Lancia Y10' abbandonandola sulle sponde del fiume Bidente a Magliano. Poi ha utilizzato i documenti di circolazione e le targhe della vettura su un'altra di un simile modello, risultante privo della necessaria documentazione. Nei guai è finita una badante di 47 anni, originaria di Cosenza ma residente a Forlì, che è stata denunciata dai Carabinieri della stazione di San Martino in Strada per truffa, ricettazione e falso.

 

Nel corso di un servizio di controllo, i Carabinieri il 5 aprile scorso hanno rinvenuto lungo le sponde del fiume Bidente una Lancia Y10, in parte danneggiata e priva di targhe. Dopo un'accurata attività di verifica condotta dai militari, coordinati dal maresciallo Luigi Principe, attraverso accertamenti tramite la banca dati delle forze di polizia sul telaio del veicolo, sono riusciti a risalire all'intestatario, una badante cosentina di 47 anni.

 

La donna, al tempo stesso, aveva riutilizzato i documenti di circolazione ed istallato le targhe del veicolo abbandonato su un'altra Lancia Y, ma con diverso numero di telaio, risultato originariamente di proprietà di una forlivese a quale, sentita dai militari operanti, ha esibito un documento che attestava l'avvenuta cessazione della circolazione per esportazione del veicolo il 29 gennaio scorso.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La badante è stata così denunciata in stato di liberta' all'autorita' giudiziaria per i reati di truffa, ricettazione e falso. Inoltre è stata sanzionata amministrativamente per deposito incontrollato ed abbandono di rifiuti speciali sul suolo, circolazione con targa non propria e circolazione del veicolo senza la prevista immatricolazione. Entrambe le autovetture sono state sequestrate ed affidate in custodia giudiziale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -