Forlì, tutto pronto per Romagna Antiquariato

Forlì, tutto pronto per Romagna Antiquariato

Forlì, tutto pronto per Romagna Antiquariato

È ormai tutto pronto per l'Edizione 2010 di Romagna Antiquariato, la rassegna dedicata all'arte antiquaria che da 23 anni richiama in Fiera a Forlì appassionati, collezionisti e commercianti di beni d'epoca. Quest'anno le possibilità di fare affari saranno concentrate in 4 giornate a cui se ne aggiunge una dedicata ai soli commercianti. Si comincia mercoledì, con la giornata riservata ai broker appunto, e poi da giovedì le porte si apriranno per tutti gli altri, con orario prolungato rispetto alle passate edizioni, dalle 10 alle 20.

 

La manifestazione ospiterà preziose opere d'arte di diverse epoche storiche, sculture, monili, oggettistica, elementi e complementi di arredo antico, tutti pezzi esclusivi, dalla qualità certificata e valutata da un'apposita commissione, proposti da un centinaio di espositori provenienti da tutt'Italia, ma anche da Francia ed Inghilterra.

 

Anche quest'anno la manifestazione ha scelto di rinnovarsi per accontentare un pubblico da sempre esigente, che negli anni si è abituato ad ammirare ed acquistare nei padiglioni di via Punta di Ferro preziose gemme dell'arte antiquaria. Un'azione di rinnovamento tanto più valida oggi perché in periodi di difficoltà economiche e di riduzione dei consumi, è necessario essere presenti sul mercato e attirare la domanda con proposte originali e di qualità.

 

Due le principali novità, la prima, Carthantiqua, una mostra mercato dedicata al libro antico. Unica iniziativa del genere in Romagna, Carthantiqua si rivolge ad appassionati bibliofili, proponendo una raccolta proveniente da una trentina di librerie antiquarie e studi bibliografici italiani.

 

Altra sorpresa di Romagna Antiquariato 2010 è la presenza di Babilonia, un intero settore della manifestazione dedicato al modernariato. Brocantage, oggettistica da collezione, filatelia e numismatica, riviste e fumetti, atlanti e mappe, cartoline e fotografie, orologi, strumenti ottici, dischi e strumenti musicali, pizzi, merletti e servizi per la tavola, giochi e giocattoli, modellismo, soldatini e figurine, profumi, militaria, attrezzi da lavoro, suppellettili, monili, complementi d'arredo di produzione più recente che coniugano il moderno con il gusto per le epoche passate.

 

Quello del modernariato è un mercato che si sta ovunque affiancando al più tradizionale antiquariato: questo da un lato, rivela la crescita di un gusto alternativo a quello classico; dall'altro riflette le esigenze e le capacità di un pubblico che non vuole rinunciare al collezionismo ed all'amore per il bello, ma deve necessariamente coniugarli con una più contenuta capacità di spesa. Prova di questo interesse per il mercato di oggettistica di epoca moderna è il fatto che anche la più antica rassegna internazionale di antiquariato (XXV Biennale des Antiquaires di Parigi sorta nel 1860), quest'anno ha proposto una sezione collaterale interamente dedicata al modernariato, venendo meno così alla sua tradizione di difensore esclusivamente dell'alto antiquariato.

 

Vari infine i settori merceologici di antiquariato tradizionale che la manifestazione forlivese mette in campo: arredo, complementi, oggettistica ed opere d'arte pittorica, statuaria, grafica, ceramica, elementi di architettura, vetri, accessori di arredamento, tappeti ed arazzi, tessuti, monili, bigiotteria.

 

Taglio del nastro ufficiale di Romagna Antiquariato, giovedì 21 alle ore 18 alla presenza di autorità, influenti e sponsor. La manifestazione si svolgerà dal 21 al 24 ottobre 2010 alla Fiera di Forlì, in via Punta di Ferro 2 dalle 10 alle 20. Per i commercianti, l'esposizione apre già da mercoledì 20 ottobre con accesso riservato.

 

Sostenitori della manifestazione sono la Regione Emilia Romagna, la Provincia di Forlì-Cesena e la locale Camera di Commercio, insieme al Comune di Forlì ed alla Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -