Forlì, un calendario per ricordare Francesco Giuliari

Forlì, un calendario per ricordare Francesco Giuliari

"La regina" di Francesco Giuliari

Forlì non può assolutamente permettersi di lasciare cadere nel dimenticatoio la figura e l'opera di Francesco Giuliari. Il primo gesto per ricordare degnamente il grande artista, stroncato nel marzo scorso, all'età di 80 anni, da una lunga malattia che l'aveva reso quasi cieco, non poteva che provenire dall'amica Silvia Arfelli. La critica d'arte, responsabile dell'agenzia di eventi culturali "La Maya Desnuda", ha infatti ufficializzato la produzione di un calendario 2011 interamente dedicato all'opera di Giuliari.

 

Il ricavato della vendita del prodotto, al prezzo di 5 euro, sarà offerto in beneficenza, devolvendo i proventi alla Sezione di Forlì-Cesena dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti. "La pittura e soprattutto le incisioni sono state la sua vita - precisa l'Arfelli ripetendo quanto dichiarato il giorno della morte dell'artista - e gli occhi li aveva lasciati lì". Lo stesso Francesco Giuliari era solito realizzare ogni anno un calendario raffigurante le proprie opere che, con entusiasmo e generosità, donava agli amici e ai conoscenti. Questo spiega il connubio de "La Maya Desnuda" con l'Uici e con il suo presidente Aldo Argentieri, cui lo stesso Giuliari si era rivolto negli ultimi mesi di vita, per trovare appoggio e conforto alla sua condizione di ipovedente, assolutamente terribile per un grande osservatore e ritrattista del bello quale era stato lui.

 

Alla presentazione del calendario, avvenuta nella sede provinciale dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, in Piazzale della Vittoria, 12 a Forlì, è intervenuta anche la signora Laura Coppi vedova Giuliari, che ha espresso il pieno appoggio all'iniziativa, atta a fissare nella memoria, iniziando dal 2011, l'indimenticabile Francesco.

 

Piero Ghetti

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -