Forlì: "Un dolce per l'Anffas", fatti tentare dalla solidarietà

Forlì: "Un dolce per l'Anffas", fatti tentare dalla solidarietà

FORLI' - L'Anffas Forlì (Associazione Nazionale Famiglie di persone con disabilità intellettiva e relazionale) compie 40 anni, una traguardo importante che rappresenta un solido punto di arrivo per la tutela dei diritti della persone disabili, ma anche un nuovo punto di partenza per i nuovi bisogni di cui necessitano le famiglie di oggi. L'iniziativa "Un dolce per l'Anffas" si inserisce a conclusione del quarantennale di Anffas Forlì, è realizzata grazie al contributo ed al sostegno di tutte le Associazioni di categoria (CNA, CONFARTIGIANATO, CONFCOMMERCIO, CONFESERCENTI e CONFINDUSTRIA) e coinvolgerà ristoranti, bar, pasticcerie e panifici di Forlì e dei comuni limitrofi.

 

Per tutto il mese di dicembre, presso gli esercizi aderenti ordinando un dessert (nei ristoranti) o un cornetto (nei bar, pasticcerie e forni) aiuterai l'Anffas nella realizzazione di un progetto pensato per i bambini con disabilità.

 

L'Anffas desidera favorire il raggiungimento dell'indipendenza della persona disabile per mezzo di progetti mirati e personalizzati: fornendo informazioni e supporto sui diritti e le tutele legislative vigenti ed offrendo una vasta gamma di servizi alla persona, come ad esempio: il centro socio riabilitativo diurno, week end per l'autonomia, servizi educativi a domicilio, attività di psicomotricità, laboratori informatici, soggiorni marittimi, centri estivi ed invernali, laboratori di ceramica.

 

Con l'iniziativa "Un dolce per l'Anffas" l'associazione intende avviare una raccolta fondi finalizzata a progetti specifici per l'età evolutiva, aiutando così i bambini con disabilità ad acquisire, per mezzo del gioco, le abilità possibili per una vita autonoma. In particolare l'obiettivo è creare all'interno della nostra struttura "LA STANZA DEI GIOCHI", una sorta di spazio protetto, ricco di stimolazioni tattili, sonore e visive per aiutare i più piccoli a sviluppare capacità motorie e cognitive supportati da personale specializzato e al tempo stesso sostenere la famiglia nell'impegnativo compito di cura del bambino.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -