Forlì, una "rete magica" per dare risposte ai malati di Alzheimer

Forlì, una "rete magica" per dare risposte ai malati di Alzheimer

Forlì, una "rete magica" per dare risposte ai malati di Alzheimer

FORLI' - Risposte "concrete" all'isolamento di cui soffrono i malati di Alzheimer e Parkinson? A Forli' contribuisce a darle "La Rete Magica", l'associazione che a suon di sussidiarieta' orizzontale persegue l'obiettivo di favorire la permanenza dell'ammalato nel proprio ambiente familiare. Da oggi il Comune di Forli', la Provincia di Forli'-Cesena e l'azienda Usl locale vogliono diffondere le iniziative della "Rete" a tutto il territorio comunale impegnandosi, da subito, a "forme di collaborazione operativa" reciproche con la Onlus.

 

In particolare, la Circoscrizione 2 concedera' gratuitamente alla "Rete" un locale da adibire a ufficio e si muovera' alla "ricerca di sponsor e altri soggetti- secondo le parole del presidente della circoscrizione Giulio Marabini- perche' l'associazione da sola non ce la fa". Alla vigilia della 17esima giornata mondiale dell'Alzheimer, Forli' si stringe dunque intorno ai propri volontari sul campo e prova a sostenerli.

 

Alla firma del protocollo pro "Rete Magica", ci sono tutti: dagli assessori comunali Davide Drei e Katia Zattoni al vice presidente della Provincia Guglielmo Russo passando per il direttore dell'Ausl Kyriakoula Petropulacos. Tra le altre forme di sostegno messe in campo, l'amministrazione provinciale si impegna a fornire il patrocinio alle iniziative future della "Rete". L'Ausl verifichera' insieme con l'associazione l'andamento del progetto "Amarcord e Cafe'" e, tramite l'unita' operativa di Neurologia, fornira' azioni di supporto diagnostico e formativo. (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -