Forlì, vertenza di Villa Serena: fumata bianca sulla cassa integrazione

Forlì, vertenza di Villa Serena: fumata bianca sulla cassa integrazione

Forlì, vertenza di Villa Serena: fumata bianca sulla cassa integrazione

FORLI' - I sindacati hanno raggiunto un primo risultato nella vertenza che riguarda 60 lavoratori del comparto sanità delle due case di cura private Villa Serena e Villa Igea, che appartengono allo stesso gruppo proprietario. A dare l'annuncio è l'assessore provinciale al Lavoro Denis Merloni: "Ieri sera è stato siglato il verbale di incontro per l'avvio delle procedure in cassa integrazione straordinaria in deroga (Cigs) per i lavoratori delle due strutture".

 

E' un risultato rilevante, dal momento che la proprietà, la società Vi.Se., inizialmente rifiutava perfino di sedersi al tavolo delle trattative e aveva avviato una procedura di licenziamenti e mancati rinnovi dei contratti a termine, senza far ricorso ad alcun ammortizzatore sociale. A svolgere il lavoro di mediazione è stato l'assessore Merloni, che riconosce alla "delegazione trattante dell'azienda e alle organizzazioni sindacali senso di responsabilità".

 

E ancora Merloni: "Il confronto ha permesso di circoscrivere l'area dei lavoratori interessati alla cassa integrazione in deroga e mette l'azienda nelle condizioni di programmare il suo sviluppo futuro", mentre "per i lavoratori interessati si apre un percorso che non li vedrà soli: la Provincia metterà al loro servizio gli strumenti disponibili, a partire dai centri per l'impiego e dal sistema di formazione per rafforzare le loro opportunità nel mercato del lavoro". Resta il fatto che si depaupera il patrimonio di competenze sanitarie esistenti a Forlì. "Le parti dovranno concordare la struttura dell'incentivo all'esodo e la riorganizzazione del servizio di fisioterapia", conclude Merloni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -