Forlì, via Silver Sirotti: sabato l'intitolazione all'eroe dell'Italicus

Forlì, via Silver Sirotti: sabato l'intitolazione all'eroe dell'Italicus

Forlì, via Silver Sirotti: sabato l'intitolazione all'eroe dell'Italicus

FORLI' - Sabato 2 ottobre 2010, alle ore 10.15, è in programma la cerimonia di scoprimento della targa stradale di "Via Silver Sirotti". Alla manifestazione interverranno il Sindaco Roberto Balzani, la famiglia Sirotti e rappresentanti del Gruppo Ferrovie dello Stato, alla presenza di autorità cittadine, dell'associazionismo ferroviario e del mondo della scuola. La via si trova all'interno dell'area ex Orsi Mangelli e la manifestazione si svolgerà nella zona di accesso situata nell'angolo fra Viale della Libertà e Viale Colombo (di fronte la sede Inail).

 

Simbolicamente "via Silver Sirotti" è infatti il punto di accesso del comparto che guarda la stazione ferroviaria. Dopo lo scoprimento, la manifestazione si sposterà nell'atrio di ingresso della stazione per un momento di raccoglimento di fronte all'opera d'arte in memoria delle vittime della strage del Treno Italicus del 1974. Quindi, al piano superiore, si svolgerà la cerimonia presso la stele commemorativa dei ferrovieri caduti in servizio. Ultimo momento del programma sarà la visita al percorso museale dell'Archivio Storico Ferroviario dell'Emilia Romagna ospitato nel limitrofo Magazzino Merci di Forlì.
 
L'intitolazione di una strada (che si affianca al Parco Sirotti di via Ribolle) rende onore alla memoria del giovane ferroviere di Forlì, medaglia d'oro al valore civile. Il 4 Agosto 1974, sul treno "Italicus" che collegava Roma con il Brennero, esplose una bomba provocando la morte di 12 persone e ferendone 48. La deflagrazione avvenne al termine della galleria di San Benedetto Val di Sambro, sulla linea Firenze-Bologna, a circa 40 Km da Bologna. L'attentato fu rivendicato dagli estremisti di "Ordine nero". Fra i morti anche il ferroviere forlivese Silver Sirotti in servizio come controllore. Il giovane diplomatosi all'I.T.I.S. "Marconi" di Forlì nel 1968, era sopravvissuto all'esplosione ma trovandosi in vicinanza della vettura colpita e compresa la tragedia soccorse alcuni viaggiatori, poi visto che le fiamme si diffondevano sempre più, impugnò un estintore e tornò per l'ultima volta nella vettura esplosa, dove il fumo e le fiamme spensero la sua giovane vita.

 

Nel 1975, con Decreto del Presidente della Repubblica, gli fu conferita la medaglia d'oro al valore civile per il coraggioso atto compiuto con la seguente motivazione: "Controllore in servizio, in occasione del criminale attentato al treno Italicus non esitava a lanciarsi, munito di estintore, nel vagone ov'era avvenuta l'esplosione per soccorrere i passeggeri della vettura in fiamme. Nel nobile tentativo, immolava la giovane vita ai più alti ideali di umana solidarietà. Esempio fulgido di eccezionale sprezzo del pericolo e incondizionato attaccamento al dovere, spinti fino all'estremo sacrificio".

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di pagnoncelli
    pagnoncelli

    Da un politico come Pardolesi uarriva na bella caduta di stile. Che vergogna Pardolesi!!!! Probabilmente lei il 4 Agosto è sempre in vacanza quando la città ricorda Sirotti. Si vada a leggere un pò di articoli simili nel testo ma che testimoniano l'attaccamente della città a Silver https://www.romagnaoggi.it/forli/2005/8/2/10253/ https://www.romagnaoggi.it/forli/2006/8/1/31255/ https://www.romagnaoggi.it/forli/2007/8/2/62066/ https://www.romagnaoggi.it/forli/2008/8/1/98942/ https://www.romagnaoggi.it/forli/2009/7/30/131798/ https://www.romagnaoggi.it/forli/2009/8/4/132103/ https://www.romagnaoggi.it/forli/2010/8/2/168334/

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    Pardolesi scusi ma pur condividendo il giudizio sulla P2 nel suo interveto lei dice il falso. La città ogni anno ricorda Sirotti nel giorno dell'anniversario della strage dell'italicus. Gli è stato intitolato un parco e una strada.A dir la verità i cartelli via Silver Sirotti sono da tempo attaccati ai muri del palazzo dove ha sede l'inail almeno da 3 anni, passo da quella strada spesso. Quindi credo che l'intenzione di chi ci governa di dare dedicare il nome di una strada al un nostro illustre concittadino era presente da ben più tempo. Ignoro il fatto per cui oggi si faccia una inaugurazione della strada ma va benissimo così se è tenere viva la memoria di quella tragedia e del valoroso Silver

  • Avatar anonimo di fausto pardolesi
    fausto pardolesi

    si sono attesi inspeganilmente 36 anni per ricordare l'eroe concittadino che si sacrificò per salvare altri cittadini. la Loggia P2 svolse opera di istigazione agli attentati e di finanziamento nei confronti dei gruppi della destra extraparlamentare toscana; che la Loggia P2 è quindi gravemente coinvolta nella strage dell'Italicus e può ritenersene anzi addirittura responsabile in termini non giudiziari ma storico-politici, quale essenziale retroterra economico, organizzativo e morale. (Relazione di maggioranza della Commissione Parlamentare sulla Loggia P2) qualcuno dimentica l'elenco degli aderenti alla P2 che ancora oggi è al potere

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -