Forlì, volley A1: la Yoga si piega davanti a Piacenza

Forlì, volley A1: la Yoga si piega davanti a Piacenza

Forlì, volley A1: la Yoga si piega davanti a Piacenza

La Yoga alza bandiera bianca. L'anticipo della 19a giornata segna per i romagnoli, impegnati in casa contro la Copra Morpho Piacenza, l'ennesima disfatta stavolta per 3 set a 1. Uno stop che spegne ogni speranza di risalire fino al penultimo posto, ultimo salvagente in vista dei ripescaggi. Mercoledì sera, infatti, grazie al bel successo di Castellana Grotte su Macerata, la 13a piazza è a sei punti.

 

Troppi per questa Forlì che, pur avendo davanti a sé ancora sette turni, non lascia intravvedere lumi per coltivare tante speranze. Alla fine son note dolci solo per Falasca (26 punti), il mai domo Sintini e il centrale finnico Matti Oivanen.

 

Primo set - Lo scontro fra due tra le squadre più depresse del campionato - la Yoga già retrocessa sul campo, Piacenza inattesa terzultima - offre comunque spunti di gioco piacevole con scambi vivaci ed equilibrio nel punteggio. Il centrale Holt firma il primo strappo, +2, che vale il 6-8. Il centralone USA foraggia l'attacco emiliano ma Forlì, efficace con il muro a tre sugli opposti avversari, con Caldeira in battuta agguanta pareggio e vantaggio: 12-10 su punto di Falasca. Un paio di pasticci difensivi forlivesi rimettono in carreggiata la Copra che senza far nulla tocca avanti il secondo time tecnico poi allunga 16-20 con muro di Holt e palla fuori di Popp. A questo punto sale in cattedra Holt che in servizio a evidenziare tutte le lacune dei romagnoli in ricezione, spingendo la Copra al successo per 18-25.


Secondo set - Il secondo parziale è un massacro: Zlatanov da il via alla caccia grossa in battuta ma è Holt a piantare chiodi sulla bara Yoga già nella prima parte di set con due ace per il 3-8 che vale oro. Il time rinvigorisce Forlì che piazza un bel contro-break di 3-0 (6-8) con Falasca. Tencati a muro e Ruiz con ace smorzano la remuntada romagnola (8-12). La difesa Yoga tenta di resistere ma è in attacco che Forlì mostra la corda: nessun pallone tocca terra con Falasca e Kovacevic a nascondersi. Girata la boa del time sul -6, 10-16, il resto del set è tutto in discesa per Piacenza che vola con Holt e Tencati a +10, 10-20, per chiudere col sorriso anche il secondo set per 16-25.


Terzo set - Piacenza decide di non pungere - anche perché Lorenzetti tiene a riposo Holt e Ruiz non pare in serata in - e Forlì ne approfitta per trovare il vantaggio, 9-7 (muro Falasca). Errori come piovesse (solo rete Caldeira, out Bovolenta) resuscitano la sonnolenta Copra: 10-10. Due muri consecutivi di Gonzalez sull'irriconoscibile Caldeira segnano una mezza resa della Yoga (12-14). Piacenza torna in letargo e Forlì aggancia gli ospiti sul punto 21. Il testa a testa pare premiare i biancoblu che nonostante Ruiz (2 punti) hanno in mano la palla del set sul 24-23. Kovacevic la spara fuori e due muri a uno di Holt sembrano girare il set ma Falasca e Sintini ci mettono una pezza regalando alla Yoga il successo per 28-26.


Quarto set - Rinfrancata la Yoga parte benino. Falasca in battuta regala brividi a Forlì (4-2). La magia dura nulla: Gonzalez pianta l'ennesimo ace e Tencati può mettere la freccia, 5-6. Forlì prova a reagire e riesce con il duo di centrali Oivanen-Bovolenta. Il finlandese punge in battuta e la Yoga scappa via 10-6. Improvvisamente sono i padroni di casa a far la partita (13-8, muro capitan Bovolenta). Il solito Holt però nega ulteriori gioie buttando energie utili al recupero fino ad impattare sul 16-16. Falasca riporta Forlì avanti (21-18). La trama però non cambia ed è ancora il centrale USA n.8 ad impedire ogni fuga con tre punti consecutivi (2 a muro). Sul 23-22, Zlatanov chiude partita e stagione della Yoga.

 

PARZIALI - 18-25 (25'), 16-25 (25'), 28-26 (32'), 22-25 (30')

ARBITRI - Bartolini (Firenze), Santi (Città di Castello, PG)

YOGA - Sintini 3, Falasca 26, Caldeira 9, Bovolenta 12, Kovacevic 12, Oivanen 9, De Pandis (libero, 43%), Bacci. N.e.: Bellei, Ricci Petitoni, Ainsworth, Olivucci. All.: Molducci.

COPRA - Popp 13, Marra (libero, 41%), Gonzalez 11, Ruiz 13, Nilsson, Massari, Zlatanov 12, Holt 23, Tencati 6. N.e.: Semenzato, Piano, Perazzolo, Boschi. All. Lorenzetti.

ARBITRI - Bartolini e Santi. Durata set: 25', 25', 32', 30'.

NOTE - Yoga: 15 battute sbagliate, 2 ace (2 Oivanen), 32% ricezione, 48% attacco, 12 muri (5 Kovacevic), 6 errori; Copra: 9 battute sbagliate, 9 ace (4 Holt), 53% ricezione, 43% attacco, 23 muri (10 Holt), 4 errori; spettatori 500, 20 circa da Perugia.

 

Francesco Mazza

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -