Forlì, volley A2 donne. Infotel in crisi, terza sconfitta consecutiva

Forlì, volley A2 donne. Infotel in crisi, terza sconfitta consecutiva

Forlì, volley A2 donne. Infotel in crisi, terza sconfitta consecutiva

FORLI' - "Devo ammettere che sono sereno pensando al futuro, perché la squadra ha mostrato di avere qualità, pur dovendo ancora lavorare per trovare la giusta continuità di rendimento". Le tre sconfitte consecutive rimediate dalla sua Infotel non fanno perdere l'ottimismo al presidente Giuseppe Camorani, più che mai convinto della bontà del roster allestito in estate. Ovviamente in casa romagnola i lavori sono ancora in corso, ma secondo il Patron a breve arriverà la svolta.

 

"Siamo come Narciso - spiega Camorani -, perché non appena giochiamo bene e facciamo qualcosa di buono, sembra che la squadra si rispecchi troppo in sé stessa vivendo di rendita, non mostrando più concentrazione. Ciò si è verificato contro Giaveno, Roma e Santa Croce, partite in cui abbiamo tenuto testa ad avversarie molto attrezzate, mostrando errori di concentrazione e di poca lucidità".

 

L'ultimo esempio è infatti avvenuto sabato sera a Santa Croce.

 

"Se penso alla partita non posso che arrabbiarmi e avere rammarico per il terzo set, dove la squadra ha smesso di lottare sull'8-6 chiudendo il periodo segnando soltanto 10 punti, ma non posso che essere soddisfatto di come le ragazze hanno interpretato la prima e la seconda frazione, dove ho visto grande determinazione. Penso che questi cali di rendimento dipendano dal fatto che l'organico è stato rinnovato quasi in toto in estate, e quindi bisogna ancora trovare la giusta quadratura del cerchio e i migliori automatismi in campo. Di sicuro abbiamo già lasciato per strada molti punti, che inevitabilmente a fine anno peseranno sulla classifica, ma la strada intrapresa è quella giusta e quindi dovremo soltanto lavorare per crescere".

 

Camorani ha la ricetta per uscire da questo momento.

 

"Scegliendo di non puntare su una giocatrice in particolare chiamata a caricarsi la squadra sulle spalle, il nostro punto di forza deve essere il gruppo. Soltanto se tutte le atlete si aiuteranno arriveranno i risultati, altrimenti sarà molto difficile vincere i set. Non tutte le giocatrici hanno fino ad ora mostrato il loro valore reale, ma nonostante tutto non sono preoccupato, perché penso che lavorando a testa bassa e con grande impegno, troveremo a breve i migliori automatismi".

 

Anche il calendario però non è dei migliori. Domenica al Villa Romiti arriva la corazzata Chieri.

 

"Credo che Forlì abbia dimostrato di potersela giocare contro tutte le formazioni e quindi penso che anche contro le lombarde faremo bene. Piuttosto il campionato è davvero equilibrato e quindi tutto può accadere ad ogni partita. Per questo motivo dobbiamo eliminare al più presto i nostri alti e bassi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -