Forlì: volley B1 donne, Alessandro Fossi nuovo presidente dell'Aics

Forlì: volley B1 donne, Alessandro Fossi nuovo presidente dell'Aics

FORLI' - Da oggi Alessandro Fossi, 56 anni, forlivese doc, è ufficialmente il nuovo presidente dell'Aics Volley Forlì. Il passaggio di consegne è stato reso noto questa mattina nel corso di una conferenza stampa, svoltasi nella sede del sodalizio forlivese, nella quale il presidente uscente Bruno Molea ha spiegato i motivi del suo, parziale, abbandono.

 

"La mia scelta di lasciare la carica di presidente è stata dettata da due motivi fondamentali: il primo di necessità, il secondo di rilancio. Essendo presidente nazionale dell'Aics non potevo più essere presente sul territorio con quella continuità che la gestione di una società sportiva richiede. Non si può far tutto per telefono e non volevo essere un peso per il sodalizio che ho presieduto per quasi 14 anni. In secondo luogo c'era la volontà di dare nuovi stimoli e rinnovato slancio a questo gruppo e in quest'ottica s'inserisce perfettamente Alessandro Fossi che era già nostro vice-presidente, è motivato ed è un vero tifoso di questa società". Non sono mancati, poi, i ringraziamenti nei confronti di tutti coloro che hanno accompagnato Bruno Molea in questo lungo periodo di presidenza: "Esco ringraziando tutti - ha concluso il presidente nazionale dell'Aics - dagli sponsor che ci sono sempre stati e ci sono vicini, al pubblico, alle giocatrici che si sono susseguite nelle nostre fila, agli allenatori e ai dirigenti. Insomma dico grazie a tutti coloro che in questi anni hanno condiviso le gioie e i dolori di questo percorso targato Aics Volley".

 

Un arrivederci che, però, non vedrà Molea fuori dai giochi totalmente, anzi. "Molea ricoprirà il ruolo che fino a ieri era il mio, ovvero quello di vice-presidente - rivela Alessandro Fossi - anche perché non abbiamo nessuna intenzione di privarci della sua esperienza e dell'importante apporto che può ancora darci. Peraltro il fatto che debba abbandonare la carica nell'Aics Volley a causa dell'impegno che ha come presidente nazionale è una cosa che ci riempie di orgoglio. Per noi è un motivo di vanto e sappiamo che, anche se non sarà presente ogni giorno, potremo sempre contare sul suo appoggio: resta il cuore di questa società. Certo questa rifondazione, dovuta e voluta, è figlia di un'esigenza: rilanciare un percorso in un contesto che appare sempre più difficile per lo sport. Il nostro impegno sul sociale sarà confermato e l'intento della nostra società resterà quello di dare la possibilità a tutti di fare sport e dimostrare che lo si può fare ad alto livello senza dimenticarsi della base. Vogliamo dare alle giovani la possibilità di ambire a entrare nelle fila della prima squadra".

 

Sport e passione è un binomio sempre più inscindibile. Un binomio che guida lo stesso neo-presidente: "In gioventù ho praticato molti sport, pallavolo compresa - sottolinea Fossi - e la disciplina sportiva mi ha dato davvero tanto, insegnandomi anche a stare insieme alle altre persone. Ora penso che sia giunto il momento di restituire qualcosa. Peraltro il fatto di sapere che questo sodalizio è nato grazie all'impegno di un mio amico d'infanzia, com'era il compianto Vanni Rusticali, e la possibilità di poter continuare il suo cammino mi ha spinto ancor di più a mettermi in gioco":

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -