Forlì, weekend di grande basket con il torneo Romagna Auto Volvo

Forlì, weekend di grande basket con il torneo Romagna Auto Volvo

Forlì, weekend di grande basket con il torneo Romagna Auto Volvo

FORLI' - Per tutti i fans forlivesi, quasi 6000, che hanno stipato il PalaCreditodiRomagna durante le finali contro la Fortitudo Bologna e rimasti orfani di grande pallacanestro in questa estate di entusiasmanti annunci ed enormi speranze, c'è una buona notizia: venerdì il palazzetto riaprirà i battenti sulla pallacanestro che conta, dando un succoso antipasto di quel che sarà la prossima stagione di LegaDue. A Forlì andrà di scena  la 1° edizione del Torneo Romagna Auto Volvo.

 

Incroceranno le armi Barcellona Pozzo di Gotto, Tezenis Verona, i cugini dell'Aget Imola e ovviamente la FulgorLibertas. Ad aprire il sipario saranno dalle ore 19 Barcellona e Aget, mentre dalle ore 21 i biancorossi se la vedranno con un'altra piazza storica tornata ai livelli che le competono, Verona; il giorno dopo, dalle ore 19 andrà in onda la finale per il 3/4 posto, mentre dalle 21 andrà in scena la finalissima. Lo spettacolo, siamo certi, non mancherà, visto il livello delle avversarie: oltretutto, sarà finalmente l'occasione per vedere in azione per la prima uscita ufficiale Ryan Wittman, il secondo americano di Forlì, la guardia tiratrice che tanto ha fatto sognare i fans biancorossi per le sue triple siderali.

 

Ma andiamo a presentare le avversarie, partendo proprio dalla squadra che per prima s'è aggiudicata sul campo la promozione in LegaDue proprio contro la FulgorLibertas. Barcellona Pozzo di Gotto si presenta con un roster assolutamente di livello, in cui spiccano i due stranieri di sicuro spessore ed esperienza a queste longitudini. Il primo, Michael Hicks, è reduce da 4 stagioni a Pesaro dove aveva guadagnato persino i gradi di capitano: attaccante sopraffino, l'ultima stagione in Serie A ha viaggiato a quasi 19 punti di media, risultando invece il miglior marcatore del campionato italiano nel 2008/2009. Il secondo, Joe Crispin, l'anno scorso era a Brindisi: famoso per la precisione dalla lunga distanza, la stagione passata ha messo a segno un record incredibile, quando a Lodi contro CasalPusterlengo scrisse 39 punti con un fantasmagorico 10/10 da tre.

 

Insomma, la sfida con Wittman si preannuncia davvero calda, all'ultima bomba. Oltre ai due extracomunitari, e ai confermati Bonessio, Bucci e Mocavero, spiccano nel roster altre due vecchie conoscenze dei fans della FulgorLibertas: il primo, Michele Cardinali, vicinissimo alla promozione con Forlì negli anni di A Dilettanti con Garelli in panchina, sarà sicuramente accolto dagli applausi di tutti gli spettatori del PalaCredito; il secondo, Gennaro Sorrentino, ha incrociato le armi con Forlì la stagione passata con la maglia della Fortitudo. La sua grinta e il suo carattere latino non sono passati certo inosservati al pubblico biancorosso.

 

L'Aget Imola ha rinforzato il proprio roster in maniera esponenziale. Il confermato Trent Whiting ormai è da una vita in Italia: il suo tiro mortifero ha fatto dormire sonni poco tranquilli a più di un difensore, e l'anno scorso ha viaggiato niente meno che a 22 di media. A lui si sono aggiunti Patricio Prato, guardia dall'ottima precisione e dalla difesa asfissiante già vincitore di un campionato e di una Coppa Italia di LegaDue con Rieti nel 2007, e Ndubi Ebi, cestista nigeriano dal passaporto inglese ribattezzato "Mister Doppia doppia": la stagione scorsa ai Crabs Rimini viaggiava a 15 punti di media e 13 rimbalzi, terminando 23 partite in stagione su 30 in doppia cifra sia nei punti che nei rimbalzi. Con questi tre, Imola fa veramente paura.

 

Nella prima giornata, invece, Forlì se la vedrà con la Tezenis Verona, altra piazza storica del basket che dopo un periodo di decadenza è tornata giustamente agli antichi fasti. Intende farlo con Adrian Glenn Abrams, l'anno scorso tra i migliori marcatori del campionato greco con 17.3 punti a partita nel Trikalla; con Jeffrey Trepagnier, ala mancina di 195 cm con un passato NBA tra Cleveland e Denver, protagonista anche in EuroLega con l'Ulkerspor e Napoli; con Keith Waleskowski, l'anno scorso a Jesi con cifre di assoluto livello come 17 punti e quasi 10 rimbalzi a partita; e col veterano, Rodolfo Rombaldoni, playmaker con trascorsi in nazionale e bandiera gialloblu. Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per una 2 giorni di basket spettacolo: l'ingresso è a soli 8 euro al giorno per due partite.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -