Forlì, Zanetti (PD): “Confronto in consiglio comunale, a chi giova?”

Forlì, Zanetti (PD): “Confronto in consiglio comunale, a chi giova?”

FORLI' - Quasi quotidianamente leggiamo interventi volti a criticare il Consiglio comunale, sia da chi ne fa parte, sia da chi ne sta al di fuori. In questo contesto non voglio prendere le difese esclusivamente del mio gruppo consiliare, ma dell'intera istituzione del Consiglio comunale, composta da 40 persone, elette democraticamente, che vanno rispettate. Persone che che ci mettono il proprio impegno e che in Consiglio comunale, indipendentemente dalle idee che portano avanti e dalla forma che intendono utilizzare per esprimerle (a braccio, o seguendo una traccia scritta che si sono preparati in precedenza), cercano di adempiere al loro dovere.

 

Nello specifico, invece, è bene far presente, per chiarezza, che, nel Partito Democratico, non c'è qualcuno che prepara testi a favore di altri, che poi si devono limitare solo a leggere: il gruppo consiliare PD si confronta ogni settimana, prima di ogni Consiglio comunale, e non solo, per discutere gli argomenti all'ordine del giorno, sia per per analizzare, approfondire e valutare tematiche di più ampio respiro.

 

Questa costituisce per me la prima esperienza in Consiglio comunale e devo riscontrare che il lavoro del gruppo consiliare che comporta un maggior impegno è a monte del Consiglio stesso; ciò che emerge durante la seduta è solo la sua sintesi. Spesso la trasposizione in Consiglio comunale di questo lavoro di preparazione incontra toni e strumentalizzazioni che non fanno parte del nostro modo di fare politica e che, pertanto, non intendiamo avallare con comportamenti dello stesso tipo.

Il Consiglio comunale è la sede dove fare politica, dice qualcuno, e siamo perfettamente d'accordo; ma allora abbiamo tutti il coraggio di farla davvero, senza alimentare continue speculazioni politiche. Spesso si attende al varco un pensiero, a volte addirittura una parola sola, per decontestualizzarla e utilizzarla per una polemica fine a se stessa. Allora, facciamo politica, sì, ma discutendo dei contenuti. Oggi, per la maggior parte del tempo, assistiamo ad un teatro, dove certi attori sanno calcare le scene sicuramente molto meglio di altri. Non è a questo che serve il dibattito consiliare e, soprattutto, non è per questo che siamo stati eletti con le preferenze dei cittadini in Consiglio comunale.

 

Al contrario, condivido pienamente il pensiero di quelle forze di opposizione che reclamano un dialogo leale e costruttivo. La disponibilità del gruppo del Partito Democratico non è mai mancata, ma credo sia giunto il momento di dare concretezza alle parole: ci impegneremo direttamente ad avviare nei prossimi mesi questo confronto sui temi della città e del territorio, su cui si misurerà quanto e chi ha davvero a cuore il bene di Forlì e il suo futuro, al di là degli slogan.

 

Veronica Zanetti

Consigliera comunale

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Capogruppo Partito Democratico

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -