FORLI' - Arte, tutto pronto per la mostra di Cagnacci al San Domenico

FORLI' - Arte, tutto pronto per la mostra di Cagnacci al San Domenico

FORLI’ – Ormai Cagnacci è alle porte. La nuova mostra allestita al San Domenico aprirà i battenti domenica. Per l’inaugurazione ufficiale invece la cerimonia sarà sabato, alla presenza del premier Romano Prodi. La città è in fermento e l’accoglienza per i visitatori di “Guido Cagnacci. Protagonista del Seicento tra Caravaggio e Reni” è organizzata ad hoc. Un Kit per gli ospiti che soggiorneranno negli alberghi forlivesi ed il circuito “Mostra-il biglietto”.


Esponendo infatti biglietto di ingresso all’esposizione (intero 9euro e ridotto 6), le attività commerciali che aderiscono all’iniziativa, riconosceranno uno sconto minimo del 10% sugli articoli venduti. “Si è creato un circuito virtuoso tra il San Domenico e le attività economiche – precisa il direttore di Ascom Forlì, Luciano Santarelli - fondamentale per lo sviluppo in senso lato del territorio”.


Queste due iniziative, collaterali alla mostra, sono state promosse da Club di prodotto di Forlì, insieme, appunto, ad Ascom ed alla Cooperativa Forlì città dei commerci, in collaborazione con la Fondazione Carisp Forlì, il Comune, la Provincia e la Camera di Commercio Forlì-Cesena.


Il “Kit Giudo Cagnacci”, del quale sono già state prenotate dagli albergatori 2000 copie, comprende un ingresso omaggio alla mostra, 2 gettoni con sconto del 10% sull’acquisto del catalogo e sul conto dei ristoranti aderenti al circuito “A tavola con Guido Cagnacci”, una mappa di Forlì e del comprensorio, con le segnalazioni dei ristoranti suddetti e di altre convenzioni con alcuni musei della Romagna.


Queste iniziative sono state definite “fondamentali per il coinvolgimento della città” dal presidente della Fondazione Carisp, Piergiuseppe Dolcini, “una novità assoluta”, dall’assessore provinciale al turismo, Luciana Garbuglia, “un’interpretazione moderna dell’accoglienza forlivese”, dall’assessore comunale alla cultura Gianfranco Marzocchi ed un modo per “far crescere il tono dell’ospitalità romagnola” dal presidente della Camera di Commercio, Sergio Mazzi.


A due giorni dall’inaugurazione di questa mostra, della quale si parla a livello internazionale, i lavori sono quasi completati. “Quest’anno lo sforzo è stato maggiore – spiega Gianfranco Brunelli, coordinatore generale della mostra – per la qualità dei prestiti richiesti ed ottenuti con grande soddisfazione, se avremo riscontro di partecipazione e gradimento, avremo vinto 2 sfide”.


Áleggiano ancora nell’aria i numeri sorprendenti della mostra su Silvestro Lega: 16 mila visitatori hanno passato almeno 1 notte in albergo, ben oltre 20 mila visitavano Forlì per la prima volta. Cosa riserverà questa nuova sfida della cultura forlivese?


Chiara Fabbri



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -