FORLI' - Asaps: ''Troppe tragedie sulle strade, necessario un catasto degli incidenti"

FORLI' - Asaps: ''Troppe tragedie sulle strade, necessario un catasto degli incidenti"

FORLI' – “Dopo il dolore per la tragedia di tante famiglie di Fiumicino, esiste una necessità primaria: capire come e perché possa essere accaduto un incidente così grave. Si rende necessario quindi una sorta di catasto dei casi più gravi e inspiegabili, più volte invocato da Asaps, con un’agenzia che possa indagare, al di là delle ovvie responsabilità penali e civili, i perché di tanta gravità”. A chiederlo Giordano Biserni, presidente dell’Asaps.

Lo rende noto in una lunga lettera che riflette sulle tante tragedie automobilistiche che macchiano le strade italiane di sangue. “Ci domandiamo – scrive Biserni - se sia possibile che tante giovani vite che si apprestavano a trascorrere la loro giornata nella scuola o nel lavoro, possano essere stroncate da una violenza stradale per la quale non sono facilmente individuabili i giusti aggettivi”.
”C’è un'indagine in corso – continua il presidente di Asaps - che svilupperà le motivazioni di un incidente così grave. Ma alcune domande non possono rimanere senza risposta, le responsabilità non possono essere solo sanate con un timida condanna e con un risarcimento in sede civile fra avvocati delle assicurazioni e quelli della famiglia. Come può essere accaduto un disastro di questa portata di giorno, al mattino?”

“Sinistri gravissimi solo apparentemente inspiegabili, con salti di corsia, contromano improvvisi, repentine sbandate vanno studiati, catalogati, ricostruiti con l’integrazione di una attività ulteriore a quella tipica di polizia. Sulla strada troppo spesso un “Caino” elimina dalla vita giovani innocenti che hanno la sola colpa di essersi trovati lì, in quel momento, in quel punto, senza che poi si capisca neppure bene il perché questo sia accaduto. Le famiglie, la società hanno il diritto di sapere”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -