Forlì: ''Belcanto Rossiniano'' domenica al Teatro Diego Fabbri

Forlì: ''Belcanto Rossiniano'' domenica al Teatro Diego Fabbri

Il soprano Julija Samsonova-Chayet

FORLI' - Domenica prossima, alle ore 16, presso il Teatro Comunale Diego Fabbri, l'Associazione Forlì per Giuseppe Verdi, in collaborazione con il Comune di Forlì, si svolgerà il concerto lirico "Belcanto Rossiniano: un viaggio nella musica di Gioachino Rossini a duecento anni dal debutto operistico." Ad interpretare alcune tra le pagine più significative della produzione rossiniana, un cast di giovani artisti emergenti, tra cui il soprano Julija Samsonova-Chayet.

 

Ci saranno anche il tenore Enea Scala, il baritono Davide Bartolucci e la pianista forlivese Daniela Gudenzi. Il vasto programma prevede l'esecuzione di brani celebri tratti dalle opere Il Signor Bruschino, L'Italiana in Algeri, Il Turco in Italia, Il Barbiere di Siviglia, Otello, La Cenerentola, La Gazza Ladra, Zelmira, Semiramide, L'Assedio di Corinto, Guglielmo Tell e altro ancora. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi alla biglietteria del Teatro Comunale Diego Fabbri. Tel. 0543-712170/712172

 

«Egli ha vinto un nome imperituro, il genio e, soprattutto, la felicità.» Così scriveva Stendhal nella prefazione ad una celebre biografia rossiniana, redatta nel 1823 come ammirato omaggio nei confronti di un musicista non solo ancora vivente, ma appena poco più che trentenne. Gioachino Rossini divenne infatti molto presto un'autentica leggenda musicale. La sera del 3 Novembre 1810, al teatro veneziano di San Moisè, aveva messo in scena la sua prima opera teatrale, la farsa in un atto unico La Cambiale di Matrimonio, su libretto di Gaetano Rossi, dando avvio ad una stupefacente parabola artistica che lo vide trionfare sull'intero mondo operistico a lui contemporaneo.

 

Ma le gesta di questo ineguagliabile sovrano del melodramma erano destinate all'immortalità. Dopo duecento anni, ripercorreremo alcuni dei momenti più significativi della sua carriera attraverso un ricco programma di preziosi gioielli artistici: un cammino di emozioni disparate, un viaggio dalla più irrefrenabile spensieratezza al più mesto dolore, nella magia narrativa di una musica inarrivabile, suprema espressione di una vulcanica energia creativa, tutta straordinariamente italiana.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -