FORLI' - Ce.Trans: la Provincia vota il recesso all�unanimità

FORLI' - Ce.Trans: la Provincia vota il recesso all’unanimità

FORLI’ – La Provincia di Forlì-Cesena ha formalizzato il recesso da Ce.Trans (Centro per le transazioni al lavoro e nel lavoro) rinunciano a ricapitalizzare la quota parte della proprietà sociale che ammontava al 35% . L’assessore Luigi Sansavini ha spiegato che la scelta maturata anche in seguito alle direttive previste nel decreto Bersani che poneva la questione di un conflitto di interessi fra la missione di un ente pubblico ed i servizi mirati anche nel settore privato e il suo ambito operativo extra-provinciale in un quadro ormai macroterritoriale. E’ intervenuta anche l’assessore Margherita Collareta che ha riconosciuto trattarsi ormai di un ente “superato”.


Il capogruppo di Forza Italia Stefano Gagliardi ha ravvisato una “forte contraddizione nelle parole di una giunta che ieri sosteneva da ogni critica la difesa della struttura ed oggi invece ammette trovarsi di fronte ad una società che ha una ‘scarsa ricaduta sul territorio’. Oltretutto Ce.Trans. si presenta con un disavanzo di bilancio difficile da spiegare. Da anni Forza Italia aveva denunciato la scarsa attenzione , se non dei veri e propri errori, nell’attività del Centro per le transazioni al lavoro e nel lavoro”.


Il capogruppo di AN Vittorio Dall’Amore ricorda che il suo partito aveva sostenuto da sempre la rinuncia dell’ente a partecipazioni societarie inutili, se non addirittura dannose a livello di convenienza economica.


Il capogruppo del PRI Giovanni Lucchi ricorda che: “la Provincia dovrebbe essere ente che amministra, potrebbe anche creare le condizioni per far nascere società che promuovono il territorio, salvo poi però sfilarsi quando le società servizi prendono il volo. Questa Provincia , con varie quote di capitale, è all’interno di molte società. Ma dovrebbe limitarsi soltanto a far funzionare il motore di queste strutture e non trasformarsi in socio con mansioni amministrative continuative”.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -