FORLI'-CESENA - Rifiuti, i Ds con una voce sola: ''Il piano provinciale ci soddisfa''

FORLI'-CESENA - Rifiuti, i Ds con una voce sola: ''Il piano provinciale ci soddisfa''

FORLI’ – I Democratici di sinistra difendono il piano dei rifiuti elaborato dalla Provincia. Lo fanno attraverso una nota congiunta delle federazioni di Forlì e Cesena, a firma dei segretari Marcello Roselli e Daniele Zoffoli. “Il Piano Provinciale dei rifiuti che sta per essere approvato – afferma la Quercia - risponde alle diverse esigenze del trattamento dei rifiuti e pone molta attenzione alla raccolta differenziata che ne è l’ossatura portante, fissando l’obiettivo ambizioso del 65%”.


La novità sta non tanto nel parere positivo dei Ds, quanto piuttosto nella dichiarazione congiunta delle due federazioni, che spesso in passato hanno vissuto le vicende politiche locali più posizioni campanilistiche che di collaborazione fattiva. “Nelle nostre zone la produzione di rifiuti urbani è in crescita – fanno notare i due segretari -. Dal 2000 si è registrato un incremento del 5% annuo, che equivale ad una produzione di circa 700 Kg per persona all’anno”.


La Quercia provinciale, dunque, si esprime a favore anche della raccolta differenziata ‘spinta’. “L’ esperienza di raccolta porta a porta in atto a Forlimpopoli – spiegano i segretari -, una volta conclusa, ci rivelerà quali risultati si possono ottenere nel nostro territorio e a quali costi economici”. Ciò nonostante, “quella dell’inceneritore resta una scelta necessaria, infatti il nuovo termovalorizzatore non è in antitesi con gli obiettivi fissati, in quanto consente di rispettare le condizioni dell’autosufficienza territoriale, riduce l’apporto di rifiuto urbano alle discariche che dovranno rimanere residuali, rispetta le nuove normative sulla caratteristica del rifiuto da incenerire e/o da inviare in discarica”.


“Il recupero di energia da termovalorizzazione è pratica diffusa in gran parte dell’Europa – proseguono Rosetti e Zoffoli - e l’idea di servirsi dell’inceneritore per produrre energia e calore da sfruttare ci pare coerente con l’utilizzo di fonti energetiche alternative di cui il nostro territorio necessita”.


Secondo i Ds va lodato il lavoro degli amministratori provinciali per “l’attenzione prestata al tema della tutela della salute, in quanto hanno ottenuto l’adozione di moderne tecnologie per la costruzione del nuovo impianto, lo smantellamento del vecchio inceneritore e hanno preteso monitoraggi e controlli continui, tanto che, alla luce delle ricerche in materia, il piano può dirsi all’avanguardia”.


E se gli obiettivi fissati dal piano possono sembrare ambiziosi, i Ds di Forlì e Cesena “si sentono impegnati per il raggiungimento degli obiettivi fissati nel piano per il bene primario dei cittadini per la tutela dell’ambiente e per il mantenimento dei servizi efficienti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questo piano, del resto – concludono Rosetti e Zoffoli -, è il frutto di un lungo confronto sulle politiche ambientali elaborate dal centro sinistra, pertanto lo riteniamo pienamente condivisibile e crediamo che debba essere sostenuto da tutte le componenti della maggioranza”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -