FORLI'-CESENA - Un libro di favole per la sicurezza stradale

FORLI'-CESENA - Un libro di favole per la sicurezza stradale

FORLI' - E’ stato redatto a Cesena e Forlì “Favole per la strada” il nuovo libro della Maggioli Editori dedicato all’educazione stradale. Nato da un’idea della sociologa cesenate Barbara Riva, il testo è stato realizzato con la collaborazione di pedagogisti e correlato da illustrazioni di Laura Fuzzi studentessa presso l’I.S.A. di Forlì. Laura Fuzzi di 17 anni ha già realizzato diversi lavori e rappresentazioni grafiche, alcune delle quali utilizzate nell’allestimento di scenografie curate da “Archeoclub”, ente morale al servizio di beni culturali e ambientali riconosciuta con decreto del presidente della Repubblica.


L’educazione stradale, rivolta ai bambini dai 3 ai 10 anni viene spiegata nel libro “Favole per la strada”, tramite racconti illustrati, storie, giochi e proposte di attività manuali da farsi a casa e in classe con gli alunni. Il testo è stato pensato quale strumento utile nella realizzazione di percorsi formativi che coinvolgano diversi attori: dai bambini ai genitori, dagli insegnanti ai formatori.

“Quando l’interlocutore della lezione è il bambino – spiega la sociologa Barbara Riva – non è opportuno che venga coinvolto in maniera frontale. Ciò deve avvenire tramite una metodologia che stimoli, il più possibile, la creatività del bambino, attraverso momenti di esposizione dei temi teorici oltre che in quelli pratici. Così massima attenzione va posta alla fantasia, alle emozioni, alla percezione, alla capacità creativa dei bambini. Non si può, infatti, puntare e partire solo dalle regole e dalle punizioni. Ciò anche alla luce del fatto che agenti negativi, quali le paure, possono avere effetti non sempre positivi così come le punizioni possono produrre nei singoli individui reazioni molto diverse a seconda della personalità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da questi presupposti partono le quattro storie raccontate nel libro: “Occhio Pinocchio!”, “Anna”, “Il paese delle Ombre” e “Inventori di Suoni”. Sono tutte precedute da una scheda didattica, intesa a suggerire nel lettore adulto metodi e attività da utilizzare e approfondire, per poi affrontare gli argomenti trattati. Il libro offre altresì al lettore spunti sociologici e pedagogici capaci di affrontare alcuni aspetti fondamentali per l’insegnamento dell’educazione stradale. Ecco perché, a ben guardare, “Favole per la strada” si rivela essere un valido strumento per sviluppare col bambino argomenti quali: la percezione del rischio, il processo di socializzazione, il fenomeno di imitazione, la disubbidienza alle regole, i percorsi di esplorazione e scoperta, l’attività motoria, i percorsi di rappresentazione della realtà.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -