FORLI' - Commercio, Confesercenti attacca Zelli: ''Dichiarazioni imbarazzanti''

FORLI' - Commercio, Confesercenti attacca Zelli: ''Dichiarazioni imbarazzanti''

FORLI’ – “Sembra quasi che si voglia lo scontro con tutti, per non modificare nulla. Ci siamo molto vicini”. E’ l’amara conclusione che Confesercenti rilascia dopo un’intervista all’assessore alla Pianificazione e Urbanistica, Gabriele Zelli, sull’edizione forlivese del quotidiano “La Voce”.


Confesercenti, guidata dal suo segretario Giancarlo Corzani, contesta le dichiarazioni di Zelli, arrivate in una fase delicata del confronto tra Comune e associazioni di categoria sulla programmazione dei nuovi insediamenti commerciali. “In questi giorni – spiega l’associazione -, su indicazione del Sindaco, sono in corso diversi incontri tecnici e contatti mirati a trovare soluzioni differenti rispetto a quelle circolate sinora sia in merito all’area di via Punta di Ferro”.


L’associazione giudica le parole di Zelli “imbarazzanti, sia nel merito che nella forma” e contesta “nella maniera più assoluta che esista uno studio sulle tendenze del commercio che costituisca premessa in grado di giustificare le ipotesi di nuove medie superfici, in particolare quelle previste in via Punta di Ferro”. Anzi, secondo Confesercenti sull’argomento esiste “una netta contrarietà espressa a più riprese, dei tecnici dell’Amministrazione provinciale, guarda caso sinora esclusi da questo confronto”.


“Non ci piace assolutamente la difesa – osserva l’associazione - fatta da parte dell’Assessore Zelli dei proprietari dei terreni interessati dalla variante, ne l’atteggiamento dell’Assessore rispetto alle dichiarazioni del capogruppo Ds Marco Errani (il quale aveva proposto una moratoria sulle autorizzazioni per il medio commercio, ndr)”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Confesercenti rivendica la propria scelta di correttezza ricordando a Zelli di “aver rinunciato ad una facile spettacolarizzazione delle preoccupazioni, per altro assolutamente condivise da tutti i commercianti forlivesi”, almeno in attesa dell’incontro con il sindaco fissato per lunedì 26 marzo. Una scelta diversa da Confcommercio, che invece ha indetto a partire da oggi (mercoledì) fino a venerdì tre giorni di agitazione dei propri negozianti associati.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -